Cerca
Mondovì
2017-11-18
condividi
 'La Funicolare' presenta la terza edizione e raddoppia le adesioni per le luminarie
Mondovì torna a correre verso il Natale con la “Babbo Run 2017”: 5 km di percorso

MONDOVI’ - A Mondovì, domenica 10 dicembre 2017, andrà in scena la “Babbo Run”, gara non competitiva in costume da Babbo Natale. L'associazione “La Funicolare”, dopo i successi ottenuti nel 2015 e nel 2016, rilancia con la terza edizione del simpatico evento dedicato ad un pubblico variegato: dai bambini, ai giovani, alle famiglie, agli atleti amatoriali sino agli amici a quattro zampe. Non mancheranno le novità, a partire dalla piazza in cui ci si ritrova: alle ore 10 in piazza Roma, poi ci si avvia verso l'ormai classico percorso che porterà migliaia di Santa Claus verso la festa finale in piazza Maggiore. Pronti a correre, camminare, ballare e cantare in un'atmosfera che sarà come sempre 'incandescente'. La tradizione continua ed, in caso di pioggia, l'appuntamento verrà rinviato a domenica 17 dicembre. «Mondovì è ormai legata alla 'Babbo Run' - spiega Mattia Germone, presidente dell'Associazione “La Funicolare” - perché è diventata simbolo della nostra ZTL, un evento ideale per camminare e scoprire non solo le bellezze architettoniche del nostro centro storico ma anche le numerose attività commerciali. Il tutto in un contesto rinnovato di luminarie natalizie, frutto di un coinvolgimento totale che la nostra associazione ha proposto al territorio. Abbiamo raddoppiato il numero di esercizi monregalesi che sosterranno l'installazione, un gran bel segnale di appartenenza non solo alla Città di Mondovì ma, soprattutto, al centro commerciale naturale in cui hanno deciso di investire. Un risultato reso possibile dal grande impegno di due componenti del direttivo che vorrei ringraziare a nome di tutta l'associazione, vale a dire Sabina Simone ed Elvio Chiecchio».

Tra le iniziative che l'associazione “La Funicolare” ha deciso di mettere in campo per la “Babbo Run” anche premi in materiale didattico alle tre scuole più numerose e riconoscimenti al Babbo più pesante, più giovane, in arrivo da più lontano, più anziano, più originale, più in alto, arrivato per primo a piedi, arrivato per primo in funicolare, a quattro zampe, più originale, arrivato per ultimo, premi ai gruppi più originali ed un volo in mongolfiera offerto ad un partecipante... chi sarà il “Babbovolante” 2017? Lo scopriremo domenica 10 dicembre, ad annunciarlo uno speaker d'eccezione: Andrea Caponnetto farà cantare e ballare la schiera biancorossa. Tornando alla 'gara', il percorso, allestito in collaborazione con la Fidal di Cuneo, prevede il seguente tracciato: partenza in piazza Roma, avio di camminata in via Beccaria, passaggio in piazza Cesare Battisti, via Marconi, poi, piazza Ellero, via Beccaria, via Sant'Agostino, corso Statuto e rientro nel centro storico. Giunti in via della funicolare, sarà possibile decidere se arrivare al traguardo utilizzando la “Fune” o terminare l'ascesa a Piazza a piedi, proseguendo per via Garelli, via Tortora, via dell'Ospedale sino alla via panoramica dei torrioni di Piazza (via Ferrero Marchese d'Ormea) e salita in piazza Maggiore da via Vico per un percorso complessivo è di 5 chilometri, 2 chilometri e 200 metri per chi sceglie di usufruire della "fune".

PROGRAMMA

ore 10,00 Apertura ufficio gara - piazza della Repubblica

ore 11,00 Ritrovo - piazza Roma

ore 11,30 Partenza

Arrivo in piazza Maggiore: dj ed animazione a cura di Andrea Caponnetto, premiazioni

e Babbo Party Finale.

QUOTE

€ 5.00 pacco gara senza costume

€ 10.00 pacco gara con costume

Gratis il pacco gara dedicato

ai nostri amici a quattro zampe

L’iscrizione non è rimborsabile

PACCO GARA

Pettorina numerata, bottiglietta di acqua Lurisia, bibita Lurisia, biglietto di andata e ritorno in funicolare, dolcino, un buono sconto per le giostre natalizie di Breo e la pista di pattinaggio, un buono per il Babbo Pranzo finale e altre sorprese.

ISCRIZIONI E INFO

Presso l'infopoint in piazza della Repubblica nelle giornate di martedì, giovedì e sabato dalle ore 10 alle

14 e dalle 15 alle 19 (entro martedì 5 dicembre). Per ulteriori informazioni: mail:

info@lafunicolare.net; Tel. 327 6679728

Babbo Run
Mondovì
2017-11-16
condividi
Oggi s'inaugura alla presenza del presidente del Senato
'MXXI': «Moltitudini raccolte»

del monregalese Corrado Ambrogio

CUNEO - ”MXXI. Moltitudini raccolte” la mostra antologica di Corrado Ambrogio viene inaugurata oggi (giovedì 16 novembre) alle ore 17 nel Complesso Monumentale di San Francesco. All’inaugurazione interverranno l’artista Corrado Ambrogio, il Sindaco Federico Borgna, l’Assessore alla cultura Cristina Clerico e il presidente della Fondazione Crc, Giandomenico Genta.

Avrà poi un ospite d’eccezione, la seconda carica dello Stato, il presidente del Senato Pietro Grasso che sarà in San Francesco su invito del sindaco Federico Borgna, dopo la presentazione del suo libro a Scrittorincittà.

La mostra, promossa dalla Città di Cuneo con Associazione grandArte e Associazione Amici Case del Cuore, in collaborazione con il settimanale La Guida, è patrocinata dalla Regione Piemonte e dalla Provincia di Cuneo e si avvale del contributo della Fondazione CRC e della Fondazione CRT. Curata da Giacomo Doglio e Massimiliano Cavallo, la mostra è una grande antologica dell’artista monregalese che scrisse in una nota di commento al suo lavoro: “Non marmi di Carrara o bronzi di fonderie d’arte, ma ferri da rigattiere, dimenticati ceppi di segheria. Per far riaffiorare una vita che già è”.

 In mostra 30 opere di cui 12 installazioni con oltre 1400 elementi.

Vecchi utensili, materiali, “cose”, in prevalenza di ferro e legno, raccolti in anni di ricerca e rivisitati dall’artista offrono narrazioni di straordinario impatto visivo ed emotivo, dove ogni opera è una intensa metafora di temi e vicende che hanno segnato o stanno segnando il nostro mondo.

L’allestimento in San Francesco è particolarmente suggestivo e scenografico fatto di spazi, di luci soffuse con un grande impatto visivo ed emozionale. Le installazioni, dall’”Esercito” per la prima volta esposto al completo, ai “Migranti - viaggio verso un luogo senza nome”- , sembrano nate e create appositamente per un luogo unico come la chiesa di San Francesco.

 Al termine dell’inaugurazione vi sarà un rinfresco nel chiostro del Museo, offerto dalla Fondazione Crc.

La mostra è visitabile con ingresso gratuito fino al 7 gennaio dal martedì alla domenica dalle 15,30 alle 18,30.

Nota biografica

 Corrado Ambrogio (1957) è nato a Mondovì (CN). Laureato in Ingegneria Meccanica, ha

prestato servizio presso il dipartimento VIA del Ministero dell'Ambiente a Roma. Dal 1987 è docente in un Istituto Superiore. Nel 1974 ha esordito come pittore. Nel 1988 la Regione Piemonte, su proposta di Angelo Dragone, gli ha dedicato una personale nel Palazzo della Giunta, nell’ambito della rassegna Proposte, selettiva di valori emergenti. L’esigenza di sperimentare nuove regole e nuovi materiali lo ha portato nel 1989 ad alternare le attività di pittore e scultore. Ha progettato e realizzato mobili ed elementi di arredo. Nel 1996, presentato da Rossana Bossaglia, ha esposto presso la Galleria Devoto di Genova, dove è ritornato nel 1998 con testo di Dario Voltolini. Ha illustrato libri, tra i quali è da segnalare ”Desiderio che avanza nelle mappe della materia” di Adonis, Edizioni San Marco dei Giustiniani, Genova 1997.  

La crescente attenzione allo spazio ed all’architettura, già presente nelle personali di Palazzo Robellini ad Acqui Terme del 2000 e di Palazzo Samatoris a Cherasco nel 2003, è stata evidenziata da Marco Vallora nella mostra Nuovi Occhi presso il centro espositivo di Santo Stefano a Mondovì nel 2007.

L’anno seguente è stato invitato da Luciano Caramel a Scultura Natura, Oriente Occidente - Biennale Internazionale di Scultura al Castello di Aglié. Nel 2010, a cura di Marisa Vescovo, ha presentato Oggetti-Concetti alla Galleria della Luna di Borgo S. Dalmazzo. Nel 2011, segnalato da Marco Vallora, ha esposto al Padiglione Italia della LIV Biennale di Venezia. Nel 2013 ha partecipato ad Art Jungle nei Giardini della Reggia di Venaria, ha pubblicato il volume De natura animalium, bestiario fotografico con 101 immagini di sue sculture, corredato dai testi di Laura Pariani, ed ha allestito, a cura di Marisa Vescovo ed Alessandro Carrer, la personale Andare a memoria presso la Galleria d'Arte Contemporanea Osvaldo Licini di Ascoli Piceno. Nel 2014 ha esposto ad Im(materiali) nella Chiesa di S.Francesco a Cuneo, nel 2015 nella rassegna La leggerezza della scultura a Cerrina Monferrato e nel 2016 in Omaggio a Gozzano al Castello di Aglié.

Nel giugno 2017 ha tenuto la personale Dalla natura all’arte e ritorno al Mausoleo della Bela Rosin di Torino.

 

SOCIAL
IL FONDO
“Metterci la faccia”, in fondo, non è difficile. C’è una campagna efficace, uno slogan, bravi fotografi, le luci. L...