Cerca
Monregalese
2019-02-17
condividi
La fiaccolata a Prato
Alla Conca di Prato Nevoso, in mille alla fiaccolata delle Scuole di Sci - Aspettando 'Un notturno per il Gaslini' di giovedì 21 febbraio
Bambini, genitori e maestri, tutti insieme per una grande serata all’insegna della solidarietà
PRATO NEVOSOIl 15 febbraio è stata celebrata la giornata mondiale contro il cancro infantile e la Prato Nevoso ha deciso proprio per questa ricorrenza di organizzare una fiaccolata benefica. E stata una iniziativa unica, che è andata al di la di ogni aspettativa, oltre mille persone si sono riunite con tutte le scuole sci della stazione, realizzando un lungo serpentone. Al posto delle fiaccole, ad illuminare le piste sono stati i braccialetti luminosi realizzare per il Gaslini.
I 1000 di Prato Nevoso per condividere il progetto che la società degli impianti ha deciso di sposare da inizio stagione: raccogliere offerte per acquistare attrezzatura modulare per allestire una sala operatoria, per malati oncologici, chiamata appunto la “sala operatoria Prato Nevoso” "Un’emozione unica quella di questa sera vedere riunite tutte le scuole, i bambini, genitori. 
grazie a tutti quelli che ci stanno sostenendo in questo progetto, perchè è proprio vero “Che far star bene, FA BENE” le parole dell’Amministratore Gian Luca Oliva.
La montagna di Prato Nevoso inoltre si è illuminata con una croce rossa simbolo della Superba, in sostegno a Genova e al suo Ospedale, eccellenza Nazionale e Internazionale nella cura dei bambini. 
Questa fiaccolata ha scaldato gli animi per quello che sarà “il notturno per il Gaslini” del 21 febbraio. Il prossimo giovedì infatti, ci sarà un’apertura straordinaria dello sci notturno, del quale il ricavato sarà interamente devoluto al progetto. “La stazione, durante la stagione si impegna alla realizzazione di moltissimi eventi gratuiti per i suoi clienti, ci aspettiamo anche in questa occasione una grande adesione per un’iniziativa così importante” conclude Gian Luca Oliva.
Fiaccolata Prato Nevoso Gaslini
Langa
2019-02-15
condividi
Dogliani: a San Valentino la poesia… si condivide!
Nuova iniziativa in biblioteca dedicata a tutti gli innamorati (della lettura) domani alle 16,30

I doglianesi amanti della parola scritta ricorderanno lo speed date “letterario” con cui nel 2018, per San Valentino, la biblioteca cittadina aveva dato la possibilità a 7 coppie di condividere la loro passione per i libri. Tutti loro sarà ben contenti di sapere che anche quest’anno è in programma una romantica iniziativa dedicata a tutti gli innamorati (della lettura). «Sulla scia di quanto fatto l’anno scorso in occasione dell’inaugurazione della “panchina degli innamorati” - afferma la responsabile della biblioteca Monica Porasso - abbiamo pensato di proporre qualcosa sempre legato ai libri e alla letteratura. Subito volevamo replicare lo speed date che, incoraggiando le persone a presentarsi e consigliare un bel libro, permetteva di conoscere persone. Alla fine ci siamo indirizzati sulla “poesia visiva”, un fenomeno contemporaneo nato nel secolo scorso: tra i suoi esponenti troviamo Francesco Vaccarone che, nei primi anni ‘60, realizzò opere utilizzando ritagli di giornali, parole, fotografie, frasi estratte da riviste».

Dell’evento, denominato “Versi DiVersi”, sui social si parla da giorni: si tratta di un laboratorio di poesia condivisa aperto a tutti (iscrizioni allo 0173/70210 o biblioteca.dogliani@gmail.com) che avrà luogo domani, sabato 16, a partire dalle 16,30. Come funzionerà questo laboratorio di poesia condivisa? «Ogni partecipante - spiega la Porasso - si improvviserà “poeta visivo”. Avrà a sua disposizione giornali, adesivi, lettere, forme e parole. Dopo aver iniziato la propria opera d’arte, passerà ad un altro tavolo e continuerà quella iniziata da qualcun altro! L’idea, poi, è di allestire anche spazi un po’ curiosi tipo “libri al buio”: come l’amore per un’altra persona, infatti, anche quello per la lettura può essere cieco!».

Articolo scritto da:
f.trax
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
SOCIAL
IL FONDO
Incredibile. Resto ancora senza parole di fronte alle reazioni popolari: prima Sanremo, dove quello che dovrebbe essere il regno della musica itali...