Cerca
Langa
2019-01-18
condividi
Finisce con l’auto contro il muro

del cavalcavia all’ingresso di Farigliano

Illeso il conducente, solo lievi ferite per il passeggero del mezzo

Il fondo stradale della Strada Provinciale 9, viscido e insidioso per via del freddo intenso registrato nelle ore notturne. Potrebbe essere questa la causa all’origine dell’incidente verificatosi stamattina, intorno alle 11,30, all’inizio del centro abitato di Farigliano. Secondo una prima ricostruzione l’automobilista avrebbe perso il controllo della sua Seat Ibiza che, dopo aver invaso l’altra corsia di marcia, si è andata a schiantare contro il muro del cavalcavia posto, per chi proviene da Carrù, all’ingresso del paese. Se il conducente è risultato illeso, il passeggero del mezzo (una 45enne) ha riportato escoriazioni e lievi ferite ad una mano: per questo è stata condotta in Pronto Soccorso per accertamenti. I danni maggiori li ha subiti il veicolo messo in sicurezza dai Vigili del Fuoco volontari di Dogliani che hanno scongiurato ogni possibile incendio. Sul posto, assieme al personale del 118 e ai volontari doglianesi, la Polizia Locale a cui sono spettati i rilievi del caso.

Articolo scritto da:
f.trax
Langa
2019-01-17
condividi
"Dogliani Insieme" prende le difese di don Luigino
«Nel 2016 si impegnò per riattivare il banco alimentare»

Non si placano a Dogliani le polemiche legate alla nuova sospensione del banco alimentare di cui si era animatamente discusso nel corso dell’ultimo consiglio comunale. Nell’occasione il gruppo di opposizione guidato da Nicola Chionetti aveva denunciato la perdita di questo servizio in grado, attraverso la ridistribuzione delle eccedenze delle produzioni agricole, delle industrie alimentari e dei supermarket, di rispondere alle esigenze delle persone in difficoltà. Al capogruppo aveva replicato, a nome della maggioranza, l’assessore Modesto Stralla secondo cui la mancata attivazione del banco alimentare sarebbe dipesa dalla volontà di don Luigino Galleano. Una ricostruzione contestata dall’ex parroco che nei giorni scorsi ha scritto una lettera (che non ha voluto rendere pubblica) al sindaco e ai consiglieri comunali per fornire la sua versione dei fatti. Pubblica (in quanto inviata agli organi di informazione) è invece la lettera, firmata dai consiglieri di minoranza Chionetti, Ferrero, Cagnazzo e Valletti, con cui il gruppo “Dogliani Insieme” ha voluto prendere le difese di don Luigino e, al tempo stesso, fornire alcune puntualizzazioni sul tema. «…come abbiamo fatto già pubblicamente in sede di consiglio - si può leggere nella lettera della minoranza indirizzata a don Luigino - torniamo ad esprimerti la nostra solidarietà, poiché conosciamo direttamente il tuo impegno e interesse per il banco alimentare. Infatti, nel 2016, dopo già tutto il 2015 di assenza del servizio e all’indomani dei problemi verificatisi con la cessazione dell’attività della Fondazione Ospedale Civico Sacra Famiglia, ti sei reso immediatamente disponibile insieme all’associazione “Un sole per chi è solo” e ai due volontari che storicamente hanno distribuito le derrate per risolvere il problema e tornare ad erogare il servizio...».

Ulteriori particolari sull'edizione cartacea
Articolo scritto da:
f.trax
SOCIAL
IL FONDO
Che bella Mondovì piena di gente: ha volato alto, sulla scopa di una Befana che ha portato, nella calza, turisti, e curiosi. Sappiamo che il...