Cerca
Monregalese
2017-09-23
condividi
Domenica la Fiera della Montagna a San Giacomo di Roburent
L’evento più atteso è l’ormai tradizionale gara dei boscaioli

ROBURENT - La montagna a San Giacomo di Roburent ha una Fiera tutta sua che, da quest’anno, grazie all’interessamento di Pro Loco e Comune diventa regionale. Un “alloro” in più per una manifestazione ideata qualche anno or sono dal presidente della Pro Loco di San Giacomo, Paolo Manera. L’appuntamento è per domenica, 24 settembre, e come sempre uno dei momenti più attesi - si tratta ormai dell’evento simbolo della manifestazione - sarà la gara dei boscaioli. Uno dei mestieri tipici delle nostre vallate che “scende” dai monti per finire in piazza e diventare show, a farsi ammirare da grandi e piccini.

San Giacomo, ed in particolare la via centrale del paese, si animerà fin dal mattino con i mercatini e l’esposizione di attrezzature e macchinari per i lavori in montagna. Durante tutta la giornata sarà possibile assaporare prodotti tipici e cibi di montagna in versione street food (fra cui polenta, porchetta e hamburger).

La consueta gara dei boscaioli, dalle ore 14 in avanti, anche quest’anno sarà itinerante: una prova con i mezzi movimento terra, una prova di taglio manuale e una prova con la motosega. Le iscrizioni sono aperte nel corso della mattinata.

Paolo Manera, che è anche presidente di Confartigianato di Mondovì, spiega: «Dal prossimo anno si punterà a farlo diventare ancor di più un evento di punta per le nostre vallate, dove di fatto non esiste una Fiera montana dell’artigianato».

fiera montagna san giacomo
Articolo scritto da:
m.g.
Langa
2017-09-20
condividi
Carrù: lavori in corso alla Reculata

ma alcuni terreni finiscono sott’acqua

La frazione colpita dall’alluvione di novembre

CARRÙ - Durante l’alluvione di novembre l’acqua arrivò nelle loro case, evacuate da qualche ora. Per i residenti di frazione Reculata (a Carrù lungo il corso del fiume Tanaro) gli “strascichi” di quei giorni non sono finiti. L’apprensione è cresciuta nelle ultime settimane. Lunedì pomeriggio si è svolta una riunione in Comune alla presenza dell’ingegner Pirra, in rappresentanza della società San Grato, che gestisce la centrale idroelettrica qualche centinaio di metri più a valle, nel Comune di Clavesana.

I fatti. Proprio la società San Grato, di recente, ha condotto i lavori per ripulire i terreni dai detriti portati dall’alluvione, secondo le prescrizioni fornite dall’Aipo. Un’operazione condotta dalla società anche per conto dei singoli privati (e necessaria per poter far ripartire l’attività di produzione di energia elettrica).

L’intervento però ha avuto come conseguenza un abbassamento dai 20 centimetri ad un metro dei terreni adiacenti al fiume: la zona (almeno una “giornata”, secondo la misurazione tradizionale piemontese) è finita sott’acqua. Questo il motivo della preoccupazione di residenti e proprietari dei terreni che avevano chiesto con una lettera un incontro al sindaco Stefania Ieriti. Incontro che, come detto, si è svolto lunedì, con una bella rappresentanza dei frazionisti [...]

carrù terreni reculata
Articolo scritto da:
m.g.
SOCIAL
IL FONDO
Un anno fa l’associazione “Mondodìdonna” promosse una bella campagna. Si chiamava “Ci metto la faccia”: una fo...