Cerca
Monregalese
2018-01-18
condividi
Interventi conclusi, l’ex canonica di Vico pronta ad accogliere nove migranti
Il Comune ha rilasciato il certificato di idoneità abitativa

VICOFORTE - L’ex canonica di Vico è pronta ad accogliere i profughi del progetto Sprar. Il Comune ha rilasciato il certificato di idoneità abitativa nei giorni scorsi. I tempi indicati dal Cssm, il regista del progetto (mentre a gestirlo materialmente è un Ati di cooperative guidate dalla Valdocco), fissavano del resto una data precisa: entro il 29 gennaio tutti devono comunicare quali sono i locali predisposti per l’accoglienza.

Nel cuore di Vico ci sarà posto per nove richiedenti asilo. In un primo tempo sembrava potessero essere trasferiti in paese i rifugiati del progetto “Approdi” della Caritas che, invece, complici una serie di tempistiche diverse, rimarranno dove sono: al “Pagliano”, a Mondovì. “La struttura di Vico, invece di tenerla per noi, verrà così messa a disposizione del Cssm”, dicono dalla Caritas [...]

 

 

 

Ulteriori particolari sull'edizione cartacea
accoglienza vico canonica migranti
Articolo scritto da:
m.g.
Monregalese
2018-01-18
condividi
Nella foto: il celebre trombettista di San Michele Nini Rosso
San Michele: le sale della nuova biblioteca verranno intitolate a Nini Rosso, Eugenio Camillo Costamagna ed Amedeo Michelotti
Nella ristrutturata Casa Chierotti stanno arrivando gli arredi

SAN MICHELE MONDOVÌ - Le sale della nuova biblioteca di San Michele, nella ristrutturata Casa Chierotti adiacente al Municipio, saranno intitolate a personaggi celebri del paese: il trombettista Nini Rosso, il fondatore della “Gazzetta dello sport” ed ideatore del Giro d’Italia Eugenio Camillo Costamagna, il letterato (fu insegnante, scrittore e poeta) Amedeo Michelotti.

La nascitura Casa Chierotti, dove si è al rush finale per quanto riguarda gli arredi - stanno arrivando in queste settimane -, consentirà un maggior respiro alla biblioteca civica, oggi “stretta” all’interno degli spazi del Centro Incontri (dove convivono varie attività). Qui si allestiranno alcune sale per la consultazione, la lettura, lo studio, la navigazione on line. Sale che, appunto, prenderanno il nome dai sanmichelesi illustri.

Se per Costamagna è saltato l’omaggio della corsa rosa in occasione del centesimo anniversario dalla morte, con grande delusione di tutta l’amministrazione comunale (anche se resta in piedi una possibile cerimonia in paese), a Nini Rosso è da alcuni anni dedicata una manifestazione musicale. Il trombettista nato a San Michele nel 1926, anche dopo aver venduto milioni di dischi (su tutti si può ricordare “Il silenzio”) è sempre rimasto affezionato al paese d’origine, ed in particolare alla “sua” San Paolo, dove tornava ogni volta fosse possibile [...]

Ulteriori particolari sull'edizione cartacea
sale biblioteca nini rosso san michele
Articolo scritto da:
m.g.
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
SOCIAL
IL FONDO
Non interessa se la richiesta di “aiuto” arrivi dal dirigente scolastico, dal consigliere di minoranza o dal cittadino. L’Albergh...