Cerca
Alto Tanaro
2017-07-14
condividi
Speleologo colto da malore a 200 m di profondità nella grotta Caracas-Piaggiabella 
Intervento del Soccorso Alpino

 

BRIGA ALTA - Il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS Piemonte) è in intervento dalle 12 di oggi per soccorrere e riportare in superficie uno speleologo infortunatosi nella Grotta Caracas.

La grotta fa parte del complesso carsico di Piaggia Bella e si trova all’interno del Monte Marguareis nelle Alpi Liguri, al confine tra Francia, Liguria e Piemonte, nel Comune di Briga Alta. In occasione di un evento speleologico che in questi giorni sta richiamando appassionati dall’Italia e dalla Francia per il cinquantesimo anniversario della Capanna Saracco Volante, i gruppi speleologici locali hanno organizzato numerose escursioni nelle cavità che si aprono sull’altipiano.

Durante una di queste - la traversata che collega la Grotta Caracas al complesso di Piaggia Bella -  lo speleologo M.B. è stato colto da malore mentre si trovava in risalita su un pozzo a oltre 200 m di profondità. Vista l’impossibilità di proseguire, i suoi compagni di traversata hanno deciso di uscire per dare l’allarme mentre alcuni di loro rimanevano ad assistere l’infortunato.

La I Delegazione Speleologica del Soccorso Alpino e Speleologico Piemontese si trovava già nelle vicinanze perché aveva predisposto un presidio di soccorso presso la Capanna Saracco Volante proprio in occasione dell’evento. Data la rilevanza della manifestazione, anche la XIII Delegazione Speleologica del Soccorso Alpino e Speleologico Ligure era di presidio e si è anch’essa immediatamente attivata.

Una squadra CNSAS di primo soccorso si è portata sull’ingresso della grotta e si è immediatamente calata  all’interno raggiungendo l’infortunato e valutandone le condizioni. Intanto una seconda squadra di telefonisti ha approntato una linea di comunicazione dal campo avanzato, realizzato presso l’ingresso della cavità, fino al luogo dove si trovava lo speleologo bloccato.

Il presidio comprende anche un medico del CNSAS abilitato al soccorso in ambiente ostile, che, coadiuvato da altri tecnici, si è calato, ha raggiunto M.B. e ne ha stabilizzato le condizioni mediche. Ora lo sta continuamente monitorando durante il recupero.

Una seconda squadra di soccorritori si sta calando nella cavità per coadiuvare il medico e le altre squadre già presenti mentre altre squadre del CNSAS stanno convergendo sul campo avanzato. 

Speleo Caracas
Alto Tanaro
2017-07-04
condividi
Andrea Tornatore accosciato sul podio insieme ai compagni di club
Pesca: Tornatore terzo nel Mondiale per club
Pubblico pazzesco sui Pirenei francesi e dominio italiano

Il 25° Mondiale per club di pesca alla trota che si è svolto sui Pirenei francesi ad Arreau nelle acque del torrente Neste d’Aure stavolta non ha sorriso al garessino Andrea Tornatore: la Garisti Artico con venti penalità ha chiuso terza alle spalle di altri due sodalizi italiani (i nuovi campioni iridati del Valle Imagna Artico 16 penalità ed il Club Italy, 17). Alle loro spalle team francesi, bulgari e croati. Podio tutto azzurro nell’individuale per Andrea Giganti (Valle Imagna Artico) davanti al compagno Nicola Prando ed al primo dei Garisti, Alessio Fabiani, che aveva chiuso primo in quattro settori...

Tornatore è rimasto come riserva, al contrario dell’anno scorso quando i Garisti vinsero il titolo: «Non ho rischiato anche perché ci giocavamo il titolo proprio al fotofinish - spiega -. Però ci siamo confermati tra i migliori al mondo, qualificandoci per l’edizione 2018 che si terrà in Italia. Abbiamo vissuto tre giornate pazzesche: il meteo non era estivo (4°C e la neve sulle montagne il primo giorno e tanta pioggia) ma a vedere la gara ci saranno state mille persone, una cosa impressionante».

Ulteriori particolari sull'edizione cartacea
Pesca sportiva trota Pirenei mondiali Club Andrea Tornatore Garessio Garisti azzurri
Articolo scritto da:
p.cam
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
SOCIAL
IL FONDO
Una notizia buona, nella sua drammaticità, c’è e riguarda la memoria. Il 19 luglio 2017 non sarà ricordato perchè...