Cerca
Alto Tanaro
2017-05-13
condividi
L’annuncio di Isaac Carrara è stato dato durante il consiglio comunale
Garessio: sindaco e vice replicano alla polemica sulle indennità, dopo le dichiarazioni e l'uscita dalla maggioranza di un consigliere

GARESSIO –  “Ho deciso di non aderire più alla maggioranza ma di essere consigliere indipendente”. L’ha comunicato martedì sera durante il consiglio comunale il consigliere Isaac Carrara. Tra i motivi della decisione, la scelta del sindaco Sergio Di Steffano e del vicesindaco Bruno Bologna di percepire, da aprile a settembre, l’indennità di carica a cui, tre anni fa, in occasione delle amministrative, come il resto dell’amministrazione comunale, avevano rinunciato. Secondo il consigliere, motivo del temporaneo “cambio di rotta” sarebbe l’ammenda comminata a sindaco ed assessore all’ambiente di questa e della precedente amministrazione in seguito alla scoperta, da parte delle forze dell’ordine, di una discarica abusiva che esisterebbe dal 2010 in Tanaro, in zona demaniale nei pressi dell’area degli insediamenti industriali del paese.

“Ritengo sacrosanto il diritto di chi dedica tempo alle funzioni pubbliche di percepire una retribuzione – ha detto Carrara martedì sera -. Ma chi ricopre un incarico pubblico deve rispondere delle proprie azioni e a volte può trovarsi a subire processi e multe per accuse non chiaramente attribuibili. Non contesto quindi il diritto di sindaco e vicesindaco di percepire l’indennità ma contesto la pratica di giocare in campagna elettorale la carta della rinuncia per raggranellare qualche voto in più. Non può essere una “qualità” da sbandierare finché non capita “l’inconveniente”.

“La vicenda della discarica di rami ed inerti risale al 2010 e le indagini sono partite 6 o 7 mesi fa – spiega il vicesindaco Bologna -. In questi casi gli amministratori, sindaco e assessore all’ambiente, sono considerati corresponsabili per le cariche che rivestono. E poiché c’è un abuso, il fatto non rientra negli atti amministrativi coperti da assicurazione. Ad oggi conosciamo solo l’importo delle spese per lo smaltimento, circa 2.000 euro. Il costo dell’ammenda comminata a noi e a sindaco e assessore della precedente amministrazione, che può andare da 600 a 6.000 euro, non è ancora stato quantificato perché abbiamo fatto ricorso. Ma rischiamo di dover pagare”.

Di qui la decisione di percepire per un certo periodo l’indennità. Ancora Bologna: “Un conto è lavorare ed impegnarsi gratuitamente per il paese, cosa che facciamo da 3 anni, affrontando le enormi problematiche che hanno investito il nostro paese, dalla crisi economica all’alluvione. Un altro è pagare di tasca nostra per questioni di cui non ci riteniamo assolutamente responsabili”.

Articolo scritto da:
m. b.
Alto Tanaro
2017-05-09
condividi
Il gruppo della sezione Cuneoginnastica di Garessio
Ginnastica Ritmica: Garessio stupisce ancora ed è seconda in Serie B Confsport
Un risultato esaltante per la sezione della Cuneoginnastica alla tre giorni di Colleferro

Dal 29 aprile al 1° maggio Colleferro, in provincia di Roma, ha ospitato i campionati italiani serie B  Confsport per tutte le categorie delle più piccole alle esperte Senior. La sezione di Garessio della Cuneoginnastica vi ha preso parte ottimi risultati, concludendo le tre faticose giornate con il secondo posto di società ad un solo punto dalla prima «Questo risultato è quello che più mi ha appagato, in quanto la classifica viene redatta in base ai risultati ottenuti dalle ginnaste ed anche al numero di atlete che una società presenta – spiega Stefania Cosso -. Noi come sezione eravamo una delle più piccole con sole quindici partecipanti, ma le ragazze si sono riscattate entrando quasi tutte nelle prime dieci posizioni e centrando vari podi. Non me l’aspettavo anche perché ci siamo confrontate con società con ritmi di allenamento doppi e strutture sicuramente più adeguate. Con sudore in pedana e tanta passione hanno portato Garessio ad alti livelli, grazie alle ragazze e ad Ilaria e Sharon per il grande aiuto»....

Titolo italiano nel cerchio a coppie per Marta Sciolfi e Adela Vuthaj, che hanno estasiato la giuria con un esercizio carico di difficoltà ed un’esecuzione impeccabile; Adela ha anche ottenuto l’argento al nastro e solo un piccolo fallo d’esecuzione non le ha permesso di conquistare l’oro. Ottima la prestazione di Marta ed Anna Monetto nell’individuale cerchio con rispettivamente un quarto ed un settimo posto in una specialità con più di 75 partecipanti ed un livello tecnico molto alto. Arianna Ferraris 18esima alla palla, purtroppo per un grave fallo tecnico su una difficoltà di alto rischio, ma si è riscattata insieme alla Monetto con un meritatissimo bronzo nella palla a coppia...

Ulteriori particolari sull'edizione cartacea
Cuneoginnastica Garessio sezione seconda Italiani Confsport serie B Colleferro Stefania Cosso ragazze
Articolo scritto da:
p.cam
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
SOCIAL
IL FONDO
Un gioco della memoria. Mette di fronte alla realtà degli anni che passano e alla fatidica domanda (di solito con risposte contradditorie): ...