Cerca
Ceva
2019-11-09
condividi
Paroldo: è festa con l'Estate di San Martino,

la bagna caoda e la tradizione delle Masche

Fine settimana di grande tradizione nel suggestivo centro nel Cebano

PAROLDO – L’Estate di San Martino è quel periodo dell’autunno in cui i primi freddi lasciano il posto al bel tempo. A Paroldo, piccolo e suggestivo centro sul versante cebano delle colline dell’Alta Langa, ogni anno si festeggia questo magico evento con una tre giorni di grandi eventi legati alla tradizione, al lavoro, alla vita e alla cultura della Langa contadina, di cui la vera protagonista è la Bagna Caoda. L’appuntamento, promosso da Comune e Pro loco Paroldo con associazione Masche di Paroldo, è per questo fine settimana, da venerdì 8 a domenica 10 novembre.

“Ogni la manifestazione suscita grande interesse, specie per la giornata del sabato, con la notte delle Masche e la Veglia della Bagna Caoda”, racconta il sindaco, Piercarlo Adami, che aggiunge: “Quest’anno gli eventi del sabato verranno interpretati da un punto di vista interamente femminile”.

IL PROGRAMMA

Il programma dell’Estate di San Martino è stato aperto venerdì alle 20 dagli incontri gastronomici “Cena delle Masche” presso l’agriturismo Raflazz e la trattoria Salvetti. Seguirà alle 23 la passeggiata notturna sui sentieri delle Masche.

Dopo il convegno tutto al femminile “Il fare delle donne” con la presentazione, venerdì, del documentario “La sostanza delle nuvole”, Il sabato proseguirà con la tradizionale “Notte delle Masche”. Dalle 18 i partecipanti saranno accolti dal gruppo musicale “Madamé” e da suoni, luci e racconti suggestivi nella piazza del paese dove potranno gustare i primi assaggi di gastronomia locale, per poi proseguire verso la borgata “Cavallini”, una delle più caratteristiche del paese, contrassegnata dalla presenza di numerosi edifici in pietra di Langa, alcuni dei quali oggetto di un sapiente recupero a cura del Comune.

Alle 18,30 proprio presso i “Cavallini”, la “Compagnia Teatro Marenco di Ceva” proporrà alcuni momenti teatrali. Al termine dello spettacolo si apriranno le porte delle case per la “Veglia della Bagna Cauda”.

Come un tempo, ci si ritrova nelle case dei paroldesi, al caldo, davanti alla “bagna caoda”, il piatto forse più tipico della cultura locale, contornato da fresche verdure di stagione. La musica dei cantastorie di Langa come i “Brav’Om” di Prunetto, gli “Exmene” di Mondovì”, le “Vecchie glorie” di Murazzano, i “Nustres” occitani e gli “Scapà da cà”, intratterrà gli ospiti.

E per finire in bellezza, appuntamento per tutti alle 23,30, ancora nel “Borgo dei Cavallini”, per gustare le caldarroste accompagnate da un buon bicchiere di vin brulè. Dalla mezzanotte in poi si ballerà con le Masche tra cantastorie di oggi e di ieri.

Infine la domenica è la giornata che concluderà la tre giorni paroldese di “San Martino” con la Fiera del Tartufo e della Pietra di Langa dalle 9 in piazza e ai Cavallini.

Alle 10 si terrà in piazza del Comune la premiazione del concorso fotografico “Donne di Langa”, organizzato da un gruppo di appassionati di fotografia, cui seguirò la consegna delle onorificenze paroldesi: “Il Mantello di San Martino” (Premio Fedeltà a Paroldo) e il premio “Palodium per la cultura” giunto alla decima edizione.

Alle 11 l’inaugurazione della fiera con il tradizionale taglio del nastro. Alle 12,30 le eccellenze enogastronomiche del territorio, sapientemente lavorate, saranno al centro del “Pranzo di San Martino”, presso la Trattoria Salvetti (0174/789131), l’Agriturismo Raflazz (0174/789074), e la sede  Pro Loco.

La giornata continuerà poi con la “Tribaldina”, quando il suono delle campane a festa richiamerà i visitatori sparsi in tutto il paese. E poi spazio alle associazioni culturali, benefiche e sportive che proporranno le proprie attività e iniziative, ed agli artisti di strada che intratterranno grandi e piccini. Nel pomeriggio, presso la borgata “Cavallini”, si svolgerà la presentazione del libro “Streghe guaritrici e preti incantatori – la magia popolare nei verbali dell’inquisizione della Diocesi di Savona (XVI- XVII secolo)”. Uno studio che tratta temi quali la medicina naturale, filtri d’amore, esorcismi, evocazioni diaboliche, magie, stregonerie, fatture, scritto da Manuela Saccone e Giuseppe Testa.

Nel pomeriggio dalle 15,30 i visitatori della Fiera saranno nuovamente coinvolti da musiche e balli occitani con il gruppo folcloristico “Artusin”.  Durante l’intero pomeriggio si potranno gustare le caldarroste accompagnate da un buon bicchiere di vino presso la Pro Loco, dove si concluderà la festa con l’estrazione della lotteria di “San Martino”.

Paroldo estate san martino maschi bagna caoda
Articolo scritto da:
m. b.
Ceva
2019-11-07
condividi
Il lesegnese Cavallo sulla sua Sherco
Enduro: Matteo Cavallo con l'Italia al 'Six Days' in Portogallo
Il lesegnese a caccia del titolo con la Nazionale

Da lunedì 11 sino a sabato 16 novembre si terrà a Portimao, in Portogallo, la 94esima edizione della Six Days di Enduro, a cui l’Italia parteciperà come campione in carica nel Junior World Trophy e nel Club Team Award. Il compito è quello anche di migliorare il terzo posto nel FIM World Trophy e per farlo il ct Cristian Rossi ha convocato anche il ’95 lesegnese Matteo Cavallo (Fiamme Oro), con lui ci saranno i bergamaschi Davide Guarneri, Rudy Moroni e Thomas Oldrati.

enduro Italia six days Matteo Cavallo Nazionale Italia FIM World Trophy Portogallo Algarve Lesegno Sherco Fiamme Oro
Articolo scritto da:
p.cam
SOCIAL
IL FONDO
  Chi ne sa molto più di me sostiene che non sono i social, internet, il web a costituire un problema, ma le persone che si avv...