Cerca
Fossanese
2019-12-20
condividi
Montanera, lavoratori della Massano in sciopero
L’agitazione dura da diversi giorni: “Pronti a ricominciare a lavorare se verrà saldato il rateo di novembre”

MONTANERA – Giorni di agitazione alla Massano srl, azienda molto conosciuta a livello locale e non solo per lavori alle strade e nel campo delle telecomunicazioni. Ormai da una settimana i lavoratori della sede di Montanera, una cinquantina, assieme ai colleghi di Grugliasco (circa 25), hanno interrotto l’attività lavorativa, lamentando con un picchetto in strada il mancato pagamento dello stipendio di novembre. Oltre alla preoccupazione per la tredicesima e la paventata ristrutturazione aziendale. Giovedì sera i sindacati hanno incontrato ancora una volta i vertici dell’azienda, diramando venerdì mattina questo comunicato. Dopo l’incontro Massano srl ha diramato una nota: “L’azienda conferma di aver pagato tutte le retribuzioni ai dipendenti relative al mese di ottobre e che provvederà al pagamento, secondo gli accordi, di quelle relative al mese di novembre in due tranche, una prima di Natale e la seconda entro la fine dell’anno. L’azienda conferma altresì che le tredicesime verranno pagate a tutti i lavoratori in forza sia alle sede di Montanera che di Grugliasco entro la fine di questa settimana per il tramite delle Casse Edili di Cuneo e di Torino, in quanto la posizione contributiva della società è regolare, come certificato dal Durc. La Massano srl auspica l’immediata cessazione dello sciopero degli operai e la regolare ripresa dell’attività, per il bene dei lavoratori e dell’azienda stessa, e fa presente di aver incaricato un advisor legale e finanziario, al fine di assisterla nella ristrutturazione che garantisca la continuità aziendale”.

La replica dei sindacati (Feneal, Filca, Fillea) non si è fatta attendere: “In risposta alle dichiarazioni dell’azienda Massano srl, siamo a smentire l’eventuale accordo sulle dilazioni delle mensilità (60%-40%), scaduto a giugno 2019 (riproposto dall’azienda ma non sottoscritto dalle OOSS e RSU). Le maestranze proseguono la loro protesta in attesa del saldo del rateo di novembre (40%) e soprattutto di conoscere eventuali piani futuri di ristrutturazione della Massano srl. Riconfermiamo la nostra totale disponibilità a riprendere l’attività lavorativa qualora l’azienda, a seguito di incontro sindacale, ottemperi a quanto dovuto”.

Ulteriori particolari sull'edizione cartacea
sciopero massano lavoratori stipendi sindacati montanera
Fossanese
2019-12-20
condividi
Pallapugno: presentata la nuova Benese di serie B

Giovedì è stata presentata la quadretta benese che prenderà parte al prossimo campionato di Serie B di Pallapugno durante la “serata di gala” con cena societaria all’agriturismo “Il Casolare” in frazione Gorra a Bene Vagienna. Tante le novità fra i giocatori che calcheranno lo sferisterio: a sostituire i partenti Bruno, Troia e Nimot, nei ruoli rispettivamente di spalla e terzino (al largo e al muro si deciderà prima dell’inizio della stagione), Umberto Drocco e Andrea Bracco, lo scorso anno in C2 con la Virtus Langhe passati alla Benese assieme a Roberto Taricco che affiancherà nel ruolo di Dt Romano Sanino.

Farà parte della squadra anche il terzino Andrea Fea (un gradito ritorno il suo) e il confermato Paolo Sanino alla battuta...

Ulteriori particolari sull'edizione cartacea
Benese pallapugno balon presentazione nuovi innesti Sanino Bracco Drocco Fea dirigenza novità
Articolo scritto da:
d.g.
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
SOCIAL
IL FONDO
“Che bella Mondovì piena di gente per le mongolfiere: ha volato alto, sulla scopa di una Befana che ha portato, nella calza, turisti e...