Cerca
Langa
2017-09-20
condividi
Carrù: lavori in corso alla Reculata

ma alcuni terreni finiscono sott’acqua

La frazione colpita dall’alluvione di novembre

CARRÙ - Durante l’alluvione di novembre l’acqua arrivò nelle loro case, evacuate da qualche ora. Per i residenti di frazione Reculata (a Carrù lungo il corso del fiume Tanaro) gli “strascichi” di quei giorni non sono finiti. L’apprensione è cresciuta nelle ultime settimane. Lunedì pomeriggio si è svolta una riunione in Comune alla presenza dell’ingegner Pirra, in rappresentanza della società San Grato, che gestisce la centrale idroelettrica qualche centinaio di metri più a valle, nel Comune di Clavesana.

I fatti. Proprio la società San Grato, di recente, ha condotto i lavori per ripulire i terreni dai detriti portati dall’alluvione, secondo le prescrizioni fornite dall’Aipo. Un’operazione condotta dalla società anche per conto dei singoli privati (e necessaria per poter far ripartire l’attività di produzione di energia elettrica).

L’intervento però ha avuto come conseguenza un abbassamento dai 20 centimetri ad un metro dei terreni adiacenti al fiume: la zona (almeno una “giornata”, secondo la misurazione tradizionale piemontese) è finita sott’acqua. Questo il motivo della preoccupazione di residenti e proprietari dei terreni che avevano chiesto con una lettera un incontro al sindaco Stefania Ieriti. Incontro che, come detto, si è svolto lunedì, con una bella rappresentanza dei frazionisti [...]

carrù terreni reculata
Articolo scritto da:
m.g.
Langa
2017-09-20
condividi
Carrù: la nuova reginetta è Maria Bottero,

“da grande” sogna di fare la giornalista

Diciott’anni, piozzese, studia ragioneria al “Baruffi” di Mondovì - Domenica torna la sfilata

CARRÙ - La reginetta dell’uva di Carrù, “da grande”, vuol fare la giornalista. È questo il sogno nel cassetto della diciottenne piozzese Maria Bottero: capelli biondi, sorriso contagioso e occhi azzurri che non possono lasciare indifferenti. Frequenta la quinta superiore di ragioneria al “Baruffi” di Mondovì.

È stata eletta reginetta sabato sera sotto l’ala Borsarelli, al termine della serata condotta da Andrea Caponnetto, celebre voce di Trs Radio. Otto erano le aspiranti. Una vera folla ha partecipato al grande evento popolare (circa trecento le persone all’apericena, molti altri si sono aggiunti dopo): ciascuno ha votato la sua preferita. Voti incrociati con quelli della giuria, composta dal giornalista Alessandro Nidi, i cantanti Nicole Ninotto e Simone Marchesani, dalla danzatrice del ventre Franca Sciolla e da Alberto Martinetti di “Panciok Events”.

Al secondo posto, premiata con la fascia di Miss Zenzero (assegnata in collaborazione con Trs Radio), un’altra diciottenne, la carrucese Michela Allione Cardone. Una curiosità dagli almanacchi, è la nona volta che si elegge una reginetta piozzese. E ancora: nella storia recente gli anni dispari sono quelli delle bionde. Nel 2013 Eleonora Viglione, nel 2015 Enrica Abbona, nel 2017 appunto Maria Bottero.  

Cosa vorresti fare da grande?

«Mi piacerebbe fare la giornalista, diciamo che in generale amo molto scrivere. All’età della terza media è difficile scegliere cosa fare in futuro, nel dubbio avevo optato per una scuola che mi potesse dare un diploma. Ma ora sono cresciuta e ho cambiato gusti, mi piacerebbe andare all’università, magari lettere o psicologia».

Cosa ti ha spinto a tentare l’avventura da reginetta?

«Mi piace sfilare, l’ho già fatto per alcuni negozi di Carrù di recente. Per me non è la prima volta sul palco, ho fatto altre esperienze, come i corsi di recitazione con l’attrice Sara Dho [...]

Ulteriori particolari sull'edizione cartacea
carrù reginetta maria bottero
Articolo scritto da:
m.g.
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
SOCIAL
IL FONDO
Un anno fa l’associazione “Mondodìdonna” promosse una bella campagna. Si chiamava “Ci metto la faccia”: una fo...