Cerca
Monregalese
2019-09-22
condividi
Vini 'tarocchi' e Gorgonzola falso venduti

alla Fiera del Santuario di Vicoforte: tre denunce

Accertamenti dei Carabinieri Forestali e Polizia Ambientale

VICOFORTE – Non si erano registrati furti  alla Fiera del Santuraio di Vicoforte del 7 e 8 settembre scorsi e la notizi ea confortante  “inedita”. I carabinieri forestali di Mondovì danno notizia solo ora, invece, della denuncia di commercianti non in regola con la merce che esponevano e sono stati denunciati per reati in materia di rintracciabilitò dei prodotti agroalimentari e di tutela dei marchi registrati.

I militari, con il supporto del Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale, hanno contestato a tre espositori altrettante sanzioni amministrative per 7.500 euro complessivi per inosservanza delle leggi, ponendo sotto sequestro circa 50 salami e 20 forme di formaggio.

In particolare a carico di una delle aziende, con sede nell’Astigiano, sono state ravvisati illeciti di natura penale anche per aver posto in vendita, con la propria etichetta aziendale, vini Nebbiolo, Dolcetto, Barbera, Moscato, Bracchetto senza specificare i riferimenti fondamentali. Per esempio il luogo di produzione e di imbottigliamento ed il numero di lotto, ovvero senza offrire al consumatore alcuna garanzia sull’effettiva origine dei vini esposti.

Da verifiche in seguito condotte si è anche appurato che la ditta in questione non possedesse neppure superfici a vigneto. L’ipotesi investigativa, al vaglio della Procura, è che si siano venduti meno pregiati vini sfusi da tavola per prodotti DOC e DOCG, contravvenendo ai diversi disciplinari di produzione a tutela dei marchi di qualità. Tutte le bottiglie detenute per la vendita, una trentina, sono state sequestrate.

In Fiera era posta in vendita al momento del controllo, sul medesimo banco, una forma di formaggio con cartello indicante “Gorgonzola di Capra” in assoluto spregio al disciplinare che tutela il DOP Gorgonzola il quale, per essere dichiarato tale, deve essere unicamente costituito da latte vaccino. Con tutta probabilità il latticino in argomento era un “blue di capra” che, al fine di attirare più clienti, è stato indicato appunto come Gorgonzola.

Vicoforte Santuario ambiente vini formaggi denunce
Monregalese
2019-09-21
condividi
Il podio dello scorso anno
Appuntamento per il 19 e il 20 ottobre
Il Rally del Piemonte diventa nazionale, Mondovì fulcro dell'evento
Confermata la prova 'Cigliè' e debuttano le speciali 'Ceva' e 'Niella Tanaro'

Fra conferme e novità la quinta edizione del Rally del Piemonte entra nel vivo e resta centrale di Mondovì, che nel centro storico ospiterà un riordino (in Piazza Ellero, gli altri saranno alla Concessionaria Auto Meta, in Piazza del Municipio a Ceva ed a Vicoforte, oltre a quello notturno presso la Cos.Pel) e la pedana di arrivo in Corso Statuto (alle 17.30 della domenica le premiazioni) e presso la Cos.Pel le verifiche sportive e tecniche e i parchi assistenza, la grande novità. Ci sarà un salto di qualità da Rally Day a rally nazionale che permette di raddoppiare il chilometraggio delle prove speciali, portandolo a 75,32 km e di accogliere le top car come le “muscolose” R5. Si correrà sabato 19 e domenica 20 ottobre su otto prove speciali: due il primo giorno sulla classica “Ciglié”, molto apprezzata dagli appassionati, già per lo shakedown del primo giorno dalle 10.30 alle 15; tre quelli di domenica sulle inedite “Niella Tanaro” e “Ceva”) con le verifiche nella mattinata di sabato. Le iscrizioni sono aperte da venerdì 20 settembre,...

Ulteriori particolari sull'edizione cartacea
Rally Piemonte nazionale novità Mondovì speciali Cigliè Niella Tanaro Ceva Aeffe Sport Monregalese
Articolo scritto da:
p.cam
SOCIAL
IL FONDO
Nel febbraio scorso il nostro giornale era venuto a conoscenza della trattativa tra Coca Cola e Acque Lurisia. Un'operazione tenuta in gran segreto...