MENU

MONDOVI

Giorno del Ricordo: le testimonianze degli esuli

I ricordi commoventi di chi ha subito violenze e soprusi per l’esodo istriano

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Giorno del ricordo

Non è stato un  “Giorno del Ricordo” qualsiasi. Lunedì mattina, nella piazzetta di fronte ai giardini della stazione ferroviaria, dedicata ai martiri delle foibe, c’erano molti studenti (lodevole l’iniziativa dei docenti), le rappresentanze militari e delle associazioni, l’assessore comunale Cecilia Rizzola e poi c’erano loro. Sono i testimoni diretti di un periodo per troppo tempo dimenticato dalla storia, dai libri scolastici, dalla gente. È la tragedia delle foibe e dell’esodo istriano. È la memoria dei quasi ventimila italiani torturati, assassinati e gettati nelle foibe (le fenditure carsiche usate come discariche) dalle milizie della Jugoslavia di Tito alla fine della seconda guerra mondiale. Nella Honovic ha preso la parola per prima.

Ulteriori informazioni su edizione cartacea

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl