MENU

Giostre chiuse a Mondovì per emergenza coronavirus anche se all'aperto

Gestori in attesa delle nuove disposizioni

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
giostre mondovì

Le giostre a Mondovì chiuse

MONDOVI'- Restano chiuse, a Mondovì come a Cuneo, le giostre arrivate per il carnevale. A causa delle disposizioni precauzionali assunte per evitare la diffusione del coronavirus. Il paradosso è che si tratta di attività all'aperto, come il mercato che è consentito, ma con una differenza che li vinciola. "Un paradosso che sta nel nome della nostra attività - hanno spiegato a Cuneo  - , siamo esercenti dello spettacolo viaggiante settore manifestazioni, e tanto basta a farci stare chiusi. Quindi non possiamo lavorare, ma paghiamo regolarmente i costi della nostra permanenza". A Mondovì "parlare di assembramento nelle nostre giostre ci sembra esagerato - dicono - , qui vengono non più di una quarantina di ragazzi al giorno, e nemmeno tutti insieme". Esercenti dello spettacolo viaggiante è il nome in cui si riconoscno, "ce lo diede il Re" ricordano alcuni evidenziando come quello delle giostre sia un mestiere che si tramanda di generazione in generazione. Alcuni si sono recati anche in Prefettura per capire se fosse possibile ottenere una deroga "ci è stato detto di no". Ciò nonostante restano, e nell'attesa delle nuove disposizioni con la speranza di poter sfruttare almeno l'ultima settimana di permanenza per lavorare, si prendono cura delle loro giostre.

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl