MENU

MONDOVÌ

Una mostra che ricorda le proprie radici...e anche chi non c’è più

Durante l’inaugurazione un lungo applauso per Jean-François Torelli e un pensiero per Camilla Bessone

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Una mostra che ricorda le proprie radici...e anche chi non c’è più

C'è stato il tempo anche per due momenti di commozione durante la cerimonia di inaugurazione della 52^ Mostra dell'Artigianato Artistico.

Mattia Germone ha consegnato il piatto dell'edizione 2020, con una dedica speciale, alla mamma e al papà di Jean François Torelli. "Per me era come un fratello - le parole del presidente de La Funicolare -. Ricordo le tante ore sul cestello con lui per montare l'allestimento aereo negli anni passati". "Ciao Jean - ha detto la mamma Sabine senza trattenere le lacrime - sono fiera di vedere che in 30 anni hai seminato solo amore e in queste occasioni si vede". Alle sue parole è seguito un lungo applauso da parte di tutta la piazza.

'Pelo' Gregorio, invece, nel presentare l'appuntamento di domenica con le bocce quadre, ha ricordato Luca Bessone e Laura, i genitori della giovane Camilla, strappata alla vita prima di compiere 16 anni dal terribile incidente di Castelmagno. 

Sul palco è stato anche chiamato Walter Cavallero, volto storico degli Amici di Piazza e tra gli ideatori, 52 anni fa, di questa storica e longeva manifestazione. 

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl