MENU

Polimnia, quando le maschere incrociano arte, performance e curiosità

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Polimnia, quando le maschere incrociano arte, performance e curiosità

Polimnia a Mondovicino

Domenica 30 maggio, Polimnia illuminerà piazze e strade di Mondovì, ultimo progetto di Teatro Selvatico. 
 
Polimnia nasce dalla collaborazione di Teatro Selvatico con Wintercroft; noto designer inglese che per anni ha studiato gli origami del Sol Levante per darne una propria interpretazione creando con carta e pazienza delle bellissime maschere animali.
 
Una particolarità di Wintercroft è la selettività nella scelta dei partners, soltanto due progetti per stato e Teatro Selvatico è uno di questi.
"Ci siamo incontrati e l'affinità è stata immediata, siamo grati e orgogliosi di essere stati scelti per indossare queste opere" - dice Isacco Caraccio presidente di Teatro Selvatico.
 
Polimnia si struttura come un residenziale della durata di due giorni che coinvolge una trentina di artisti provenienti da diversi ambiti: teatro, fotografia, videomaking, canto, danza.
Il gruppo di artisti selezionati lavorerà alla costruzione delle maschere e all'intimo incontro con il bosco che li ospiterà.
Ogni partecipante ricercherà un dialogo silenzioso con l'animale di cui realizzerà la maschera.
 
A conclusione della residenza il gruppo di artisti si mostrerà a Mondovì attraverso un atto performativo creando un vero e proprio "attacco urbano": una performance artistica che scivolerà tra Piazza e Breo e si intreccerà con chi per caso è a passeggio, a far compere o in visita alle belle vie di Mondovì.
La residenza e l'atto restitutivo verranno documentati dalla videomaker Isabel Rodriguez Ramos e il fotografo Davide Comandù.
 
"Siamo positivamente impressionati dall'accoglienza che abbiamo ricevuto a Mondovì, al termine di un periodo che ha duramente colpito l'arte è stato per noi incoraggiante trovare tanta disponibilità da parte dell'Assessore alla Cultura del comune di Mondovì: Luca Olivieri" - sottolineano da Teatro Selvatico - "ma anche da Mattia Germone presidente dell’associazione “La Funicolare” di Mondovì che ci sta supportando logisticamente aiutandoci a comprendere gli spazi cittadini e non per ultimo la stamperia Arcobaleno che in qualità di sponsor ha fornito la carta per costruire i volti dei nostri animali".

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl