MENU

Mombasiglio piange Maria Pia Salvatico, per trent'anni dietro il bancone dell'area di servzio di Priero

E' morta in ospedale a causa del covid, ricoverato anche il marito Bruno Muratore

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Mombasiglio piange Maria Pia salvatico, per trent'anni dietro il bancone dell'area di servzio di Priero

È morta Maria Pia Salvatico, per trent’anni dietro il bancone dell’area di Servizio di Priero con il marito Bruno Muratore. Aveva 79 anni, ed era ricoverata all’ospedale di Mondovì a causa del coronavirus. “Ha lottato come una guerriera” si legge nell’annuncio mortuario. Due mesi di ricovero, come il marito anche lui colpito dal virus, poi la morte causata da un'infezione. “I medici e gli infermieri sono stati i miei occhi e le mie mani – dice la figlia Nadia - , si sono presi cura di lei in maniera straordinaria. Grazie a loro, al direttore sanitario Maurizio Ippoliti, alla dottoressa Govone che per prima ha accolto mia madre, e a tutti i medici che con tanto affetto l’hanno seguita come se fossi io”. Originaria di Mombasiglio iniziò con il marito a gestire il distributore sulla A6 nel Comune di Priero alla fine degli anni sessanta. Con Bruno lascia la figlia Nadia Muratore,  stimata giornalista. “Sono commossa dal grande affetto che in tanti stanno dimostrando nei confronti di mia madre e della mia famiglia, e mi scuso se in queste ultime ore difficili non ho sempre potuto rispondere a tutti”.

Il ricordo della famiglia di Secondo Robaldo, già Sindaco di Montezemolo e Presidente della Comunità Montana di Ceva: "Siamo davvero rattristati da questa tremenda notizia. Ci lega alla famiglia di Bruno e Maria Pia un'amicizia vera e antica, cementata anche attraverso il lavoro, quando era abitudine dare un mano al bancone dell'autogrill. Davanti alle prove della vita abbiamo sempre trovato in Maria Pia la persona alla quale rivolgerci per un consiglio, per un momento di conforto. A Nadia, cui vogliamo bene come ad una figlia, giungano le nostre condoglianze e la vicinanza più grande di tutti noi".

I funerali saranno celebrati domani, giovedì 31 dicembre alle 14.30, nella parrocchia di San Nicola di Mombasiglio.  “A chi volesse darle un ultimo saluto – raccomanda la figlia - , chiedo di non venire alla cerimonia, considerato il terribile momento di emergenza sanitaria ed il rischio reale di contrarre il virus. Per  starle vicino basterà una preghiera, e chi vorrà farlo potrà inviare a me un pensiero in suo ricordo”.

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl