MENU

MONREGALESE

Recesso di Pamparato dall’Unione: la presa d’atto votata a favore solo da tre consiglieri

Si astiene la maggioranza dell’assemblea, il presidente Taravello “bacchetta” il sindaco Borgna

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Recesso di Pamparato dall’Unione: la presa d’atto votata a favore solo da tre consiglieri

Il Consiglio dell’Unione Montana Valli Monregalesi, tenutosi martedì sera nella sede di Torre Piazza, doveva prendere atto del recesso dall’ente da parte del Comune di Pamparato. Erano presenti 11 consiglieri su 15 (assenti Zarcone, Viglietti, Chinea e Ferrua): il segretario Gervasi ha messo in votazione la presa d’atto, sulla quale si è astenuta la maggioranza dei presenti. Sono stati solo tre i voti a favore, quello del presidente Taravello e dei rappresentanti di Pamparato Borgna e Giaccone.

Prima della votazione Taravello ha “bacchettato” Borgna per la scelta effettuata e per le parole utilizzate per spiegarla: «Hai detto che siamo un’Unione squinternata – le parole del sindaco di Torre -: così hai mancato di rispetto non solo a noi ma soprattutto ai dipendenti che lavorano nel tuo Comune. I problemi ci sono, ma per mesi sei stato presidente e non mi sembra che tu sia riuscito a risolverli. La valle ha molte cose in comune, dai pullman al distretto scolastico a quello sanitario, come verranno gestite ora queste cose? Hai dichiarato che con la nuova Unione riceverai più fondi, io ricordo solo che in questa Unione, pur essendo Pamparato il Comune più piccolo, ha ricevuto i fondi Ato in parti uguali agli altri Comuni più grandi, chissà se sarà ancora così in futuro».

Borgna non ha voluto ribattere e a noi si è limitato a dichiarare: «Le motivazioni della nostra decisione sono tutte spiegate nella delibera votata dal nostro Consiglio comunale».

In precedenza l’assemblea aveva approvato la revisione periodica delle partecipate e votato le determinazioni circa la domanda di ritocco del compenso da parte del revisore dei conti.

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl