MENU

Tre persone positive al covid in una famiglia di Peveragno. Al via il monitoraggio dei contatti

L'annuncio del sindaco Paolo Renaudi: "Chiediamo a tutti il massimo senso di responsabilità".

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Tre persone positive al covid in una famiglia di Peveragno. Al via il monitoraggio dei contatti

"Dopo mesi di tranquillità anche il territorio di Peveragno non è più libero da Covid-19. Sono stati purtroppo registrati tre casi di positività in un nucleo famigliare e sono in corso le indagini del servizio SISP dell’ASL per il tracciamento dei contatti avuti dalle persone positive". A darne l'annuncio è il sindaco Paolo Renaudi: "Questa situazione, unita alle recenti positività riscontrate in comuni limitrofi (Chiusa Pesio e Boves) ci indica che il virus sta circolando e sta riprendendo a diffondersi. A questo punto diventa fondamentale che ogni cittadino faccia la sua parte fino in fondo: rispetto rigoroso del distanziamento fra estranei e non appartenenti al proprio nucleo famigliare, utilizzo delle mascherine come mezzo di contenimento del contagio. A tale proposito ricordiamo che la recente Ordinanza della Regione Piemonte richiede l’utilizzo delle mascherine anche nei dintorni degli edifici scolastici, per evitare il buffo e pericoloso fenomeno di ragazzi e bambini ammassati prima dell’ingresso a scuola senza protezioni e senza distanziamento. Chiediamo a tutti il massimo senso di responsabilità. Riusciremo ad evitare di tornare alle drammatiche condizioni di qualche mese fa solo con il contributo e l’azione responsabile di tutti, anche e soprattutto di coloro che da un punto di vista della salute rischiano meno perché giovani e senza problemi….. Dobbiamo pensare che ogni imprudenza può portare il contagio a soggetti fragili (gli anziani e i malati), può portare anche dei danni pesantissimi alla nostra economia locale e nazionale, e al blocco delle scuole, tutte cose che non vogliamo e non possiamo permetterci".

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl