MENU

Quando il cuore di una mamma, e la tenacia di una grande amica, cambiano il mondo

L a gara di solidarietà di Federica Biscia per gli amici Sara e Dario e i piccoli Thomas e Giada

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Quando il cuore di una mamma, e la tenacia di una grande amica, cambiano il mondo

Il mondo si cambia un piccolo gesto alla volta. Sara, mamma villanovese di Thomas, 6 anni, e Giada, oggi sei mesi, lo ha fatto con il più grande: il dono della vita. È morta lo scorso novembre, pochi mesi dopo aver dato alla luce la piccola Giada. La causa è un cancro, al quale Sara non ha concesso di impedirle di portare avanti la gravidanza e vedere i primi mesi della sua bambina. Accanto a lei c’è sempre stato Dario, suo marito, meccanico di Pogliola, innamorato della sua famiglia. È rimasto lui a crescere Thomas e Giada. Ma non è solo. Sara, che sapeva cambiare il mondo un sorriso alla volta, ha lasciato accanto alla sua famiglia un’amica preziosa. Si chiama Federica, e lo scorso 20 dicembre ha avviato una raccolta fondi, per aiutare Dario a crescere i suoi figli come Sara sognava, partendo dalla conoscenza. Una tenacia da olimpionica quella di Federica, perché Federica è la campionessa olimpionica Federica Biscia, e un passo alla volta, ha avviato una gara di solidarietà allla quale hanno partecipato in tanti, ogni giorno più numerosi. Uniti nella costruzione di una borsa di studio per Thomas e Giada. In poche settimane, un euro alla volta, il sogno cresce e continua a crescere. E Dario ringrazia: “Ciao a tutti. Sono Dario, marito di Sara e papà di Thomas e Giada. Vorrei ringraziarvi uno ad uno. Gli anonimi, i Francesca, Alberto, Chiara…insomma ogni nome e cognome scritto sulla donazione. Quel giorno dei primi di novembre il mio cuore ha smesso di battere insieme a quello di mia moglie. Ma Thomas mi ha fatto capire che alla fine l’amore è ciò che ci sta accanto. E allora ogni vostro gesto di amore nei confronti miei e dei miei figli è stato una scintilla che mi ha riacceso un po’ il sorriso. L’obiettivo della donazione è stato raggiunto ma abbiamo deciso di continuare per poter conoscere ancora persone e aumentare il numero di sorrisi in una giornata. Grazie è la minor cosa che possa dirvi. Quello che vi posso promettere è che lavorerò per educare i miei figli come io e Sara volevamo . E non sono solo. Grazie” . Per partecipare al sogno di Sara, Dario, Thomas e Giada basta visitare la pagina facebook di Federica. E leggere ciò che lei, con il grande cuore di amica, racconta di Sara.

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl