MENU

Chiusa Pesio ha iniziato a celebrare la Liberazione incontrando la scrittrice Lia Levi

Omaggio del sindaco Claudio Baudino al Sacrario partigiano

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Chiusa Pesio ha izniato a celebrare la Liberazione con un incontro con la scrittrice Lia Levi

Nel 76esimo anniversario della Liberazione, Chiusa di Pesio dovrà rinunciare  rinunciare alla fiaccolata al Sacrario Partigiano, tradizionalmente organizzata in collaborazione con l’Associazione Resistenza sempre nel Rinnovamento e gli alunni dell’istituto Tommaso Vallauri. Oltre alla deposizione della corona al Sacrario di Certosa di Pesio da parte del sindaco Claudio Baudino, sulla pagina della Biblioteca Civica Ezio Alberione è stato pubblicato l'incontro con la scrittrice e giornalista Lia Levi. L’evento è andato in diretta facebook lo scorso 19 di aprile, realizzato in collaborazione con la biblioteca e il Complesso Museale Cavalier Giuseppe Avena, sarà visibile anche a chi non è iscritto a Facebook e rimarrà sulla pagina della biblioteca a disposizione del pubblico. 
“Un appuntamento da remoto, ognuno a casa propria, ma con il pensiero alla condivisione di una comunità che non vuole dimenticare la propria storia anche in un momento così particolare”, dichiara il sindaco Claudio Baudino. “Fare memoria della data fondatrice della nostra esperienza democratica, alla quale dobbiamo la nascita della Repubblica e della Costituzione, significa riunirci idealmente attorno al Tricolore e ai valori di libertà, giustizia e coesione sociale che mossero fino al sacrificio tanti giovani sulle montagne della Valle Pesio”.


Chi è Lia Levi?.
Nata a Pisa nel 1931 da una famiglia piemontese di religione ebraica, al principio degli anni ’40 Lia Levi si trasferisce a Roma, città in cui vive tuttora e dove ha diretto per trent’anni il mensile ebraico Shalom. Dopo l'8 settembre 1943 riuscì a salvarsi dalle deportazioni nascondendosi con le sue sorelle nel collegio romano delle Suore di San Giuseppe di Chambéry. È autrice di molte opere per adulti e ragazzi per i quali ha ricevuto diversi premi. Tra i suoi libri, per le edizioni e/o ha pubblicato: Ognuno accanto alla sua notte (2021), Una bambina e basta (Premio Elsa Morante Opera Prima), Quasi un’estate, L’Albergo della Magnolia (Premio Moravia), Tutti i giorni di tua vita, Il mondo è cominciato da un pezzo, L’amore mio non può, La sposa gentile (Premio Alghero Donna e Premio Via Po), La notte dell’oblio, Il braccialetto (Premio Rapallo) e Questa sera è già domani, vincitore del Premio Strega Giovani 2018. Nel 2012 le è stato conferito il Premio Pardès per la Letteratura Ebraica.

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl