MENU

SPORT

La centrale Beatrice Molinaro è il primo volto nuovo dell’Lpm Mondovì

Classe 1995, viene da una stagione in A1 con la maglia di Scandicci

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
La centrale Beatrice Molinaro è il primo volto nuovo dell’Lpm Mondovì

Dopo le riconferme di Scola e Tanase, l’Lpm ufficializza il primo volto nuovo del prossimo roster. Si tratta della centrale Beatrice Molinaro, alta 1,90 metri, 25 anni. Nata a Monfalcone, arriva a Mondovì dopo una stagione impegnativa in Serie A1, nella rosa del Savino Del Bene Scandicci, dove ha anche avuto l’opportunità di esordire in Champions League.

Prima di approdare nella massima serie nazionale, la centrale friulana ha indossato per due stagioni la maglia dell’Itas Martignacco con cui, nella stagione 2018-2019, ha affrontato proprio l’Lpm Bam Mondovì. «È stata un’annata bella e tosta – il suo commento -. Sapevo che sarebbe stata dura ed è un peccato che sia finita così, perché si era fatto un bel lavoro e si stavano vedendo i miglioramenti. Sono tornata a casa, a Cervignano del Friuli, a metà marzo. Non ho potuto salutare le compagne di squadra e questo è stato molto triste. Ho continuato a lavorare da casa con le schede del preparatore, almeno tre volte a settimana».

Nell’estate 2019 Beatrice Molinaro ha conquistato la medaglia d’argento con la nazionale italiana alle Universiadi che si sono disputate a Napoli. «È stato bellissimo. La chiamata è stata inaspettata - afferma emozionata la centrale - . Dopo un solo anno in Serie A2, essere stata notata dallo staff tecnico della Nazionale mi ha fatto davvero molto piacere. Dopo aver partecipato ai vari collegiali, a fine giugno sono stata convocata nel roster per la competizione. Ricordo con emozione la cerimonia di apertura. Si era creato un bellissimo gruppo, quando è arrivato il momento dei saluti, avevamo tutte le lacrime agli occhi».

Laureata in Psicologia, Beatrice non nega l’entusiasmo della nuova “avventura” con la maglia della LPM Bam Mondovì. «Dopo tutto questo tempo “di stop” ho una gran voglia di tornare in campo e sono felice di poterlo fare a Mondovì, insieme a coach Davide Delmati. Sono davvero super felice, perché Mondovì è stata sempre una realtà sportiva con grandi ambizioni. È da anni che la squadra occupa sempre i primi posti e sarebbe bello coronare il sogno: hanno obiettivi chiari, con un bellissimo e caloroso tifo».

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl