MENU

SPORT

Il PalaManera torna a gioire, primo successo stagionale.

L'Lpm vince e convince, nonostante l'agguerrito avversario.

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Il PalaManera torna a gioire, primo successo stagionale.

Esultanza delle rossoblu appena andate a segno

LPM BAM MONDOVI': 3

GEOVILLAGE HERMAEA OLBIA: 2

(24-26 25-22 23-25 25-21 15-7)

LPM BAM MONDOVI': Tanase 18, Molinaro 11, Scola 4, Hardeman 15, Mazzon 16, Taborelli 24, De Nardi (L), Bonifacio 1, Bordignon, Midriano. Non entrate: Serafini, Mandrile.

Allenatore: Delmati.

GEOVILLAGE HERMAEA OLBIA: Stocco 3, Ghezzi 6, Barazza 4, Korhonen 22, Joly 17, Angelini 4, Caforio (L), Coulibaly 8, Zonta 4, Poli 2, Ciani 2.

Allenatore: Giandomenico.

Arbitri: Pasin, Fontini.

Durata set: 27', 28', 29', 28', 13'; Tot: 125'.

 

L’Lpm Bam Mondovì si impone al tie break contro un’insidiosa Olbia che non regala nulla alle pumine, dando vita ad una gara avvincente e ricca di colpi di scena.

Il primo set, conclusosi 24-26 in favore delle giocatrici ospiti, è la perfetta fotografia di quello che poi sarà il match. Una battaglia punto a punto caratterizzata da belle giocate su entrambi i fronti del campo. L’Lpm guadagna il primo set point, ma ai vantaggi la spuntano le isolane. Da sottolineare l’ottima prova di Molinaro che chiude la prima frazione di gioco con una percentuale in attacco del 100% (intervista completa sul canale youtube e sul sito del giornale)

Le ospiti iniziano il secondo set molto forte, cariche del vantaggio ottenuto. Le pumine sono costrette ad inseguire, trovandosi sotto anche di 5 punti, ma non si danno per vinte e iniziano ad inanellare una serie di attacchi convinti e difese precise che consentono loro di trovare il primo vantaggio sul 19-18 grazie ad un ace di Tanase. La fine del set è combattuta punto a punto con una serie di sorpassi e controsorpassi che vedono trionfare le atlete monregalesi grazie al punto di Mazzon con il risultato di 25-22.

Il terzo set è l’opposto della frazione di gioco precedente. Partono fortissimo le pumine che vogliono il vantaggio e infilano 10 punti consecutivi. La squadra sarda sembra non riuscire a contenere le monregalesi e va sotto di 7 lunghezze. Quando il set sembra ormai essere fortemente indirizzato in favore delle rossoblu, le ospiti cambiano ritmo e mettono a segno un bel break che permette loro di rientrare in partita e in seguito di andare in vantaggio nonostante l’uscita dal campo per infortunio di Jenny Barazza, una delle giocatrici più importanti della squadra ospite. L’Lpm non riesce a ricucire e perde l’occasione di portarsi in vantaggio.

Le ragazze di casa, incitate anche dai tifosi che non potendo entrare all’interno del palazzetto fanno sentire il loro calore alla squadra con cori e tamburi davanti alla porta del PalaManera, sanno di meritare qualcosa di più ed entrano in campo nel quarto set determinate a raggiungere il tie break. Partono subito molto aggressive e riescono a concretizzare un discreto vantaggio che le isolane non riescono a colmare. Il risultato è chiaro: 25-20, si va al tie break.

Con l’inerzia del match a proprio vantaggio le pumine schiacciano il piede sull’acceleratore e non lasciano scampo alle ospiti che devono accontentarsi di un solo punto.

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl