MENU

SPORT

Calcio Eccellenza: il Benarzole motiva la sua rinuncia

Una diretta Facebook della dirigenza per spiegare "una scelta sofferta"

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Benarzole

Marramao, Merlo, Castellino, Costamagna e Aprile in diretta

Dopo la videoconferenza con le società di Eccellenza sono stati decisi il format e i nuovi raggruppamenti, in base alle rinunce di quasi metà delle squadre, tra cui il Benarzole. Due gironi con undici squadre che scatteranno l’11 aprile, con gare di sola andata e nessun play-off, e determineranno entro il 30 giugno le due promosse in Serie D.

Venerdì sera con una diretta Facebook la dirigenza del Benarzole, che dopo sette giornate era secondo in classifica, ha spiegato le motivazioni della rinuncia al nuovo format dell’Eccellenza, diventata una categoria di interesse nazionale e ridotta in Piemonte a due gironi da undici squadre (prima erano 36 le formazioni iscritte). Così il presidente Massimo Costamagna: «Due mesi fa alla riunione con 33 società presenti, 17 erano a favore della ripresa tra cui noi, ma la maggior parte di queste ha messo delle condizioni. Ora con una situazione pandemica in peggioramento, arriva la nuova proposta della Figc e noi abbiamo pensato alla salute di chi frequenta i campi di allenamento e di gioco ed agli spostamenti; tutto avrebbe messo a rischio anche le famiglie ed il mondo del lavoro. Da buoni padri di famiglia abbiamo detto no. Tra 3-4 mesi, quando la popolazione sarà vaccinata, la situazione sarà migliore; ad agosto o settembre torneremo in campo con un altro spirito».

Il direttore generale Adriano Dogliani ha parlato di un torneo falsato «Questo era l’unico format possibile per la ripresa, ma non è giusto perché le partite si sono giocate ed i risultati ci sono stati e bisognava riprendere la classifica precedente. Poi da ognuno dei due gironi una sola squadra andrà in Serie D e invece di 34 partite se ne faranno solo 10. I campionati dovevano essere fermati: impossibile riprendere in Provincia di Cuneo, dove oggi tutti i reparti di terapia intensiva e sub intensiva sono pieni. ...

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl