MENU

SPORT

Rally d'Alba: attesa per la speciale nella Langa cebana

Domenica tre passaggi tra Igliano, Torresina e Paroldo, ci saranno Tanak, Solberg e i big del Tricolore

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Solberg

Il "figlio d'arte" Oliver Solberg

Domenica la Langa cebana e l’Alta Langa si animeranno per la terza prova dell’Italiano WRC, il 15° Rally d’Alba: i big del Mondiale nella sezione World Rally Car “plus” (tra loro il team ufficiale Hyundai con l’estone, campione del mondo 2019, Ott Tänak, quarto ora nella rassegna iridata, e il figlio d’arte Oliver Solberg; giovedì alla presentazione ufficiale a Grinzane era presente il padre, il tre volte campione del mondo, Petter) ed i piloti a caccia del titolo tricolore. 189 gli iscritti in totale si daranno battaglia su tre speciali da percorrere tre volte (Somano-Bonvicino, Igliano-Paroldo e Niella Belbo-Bossolasco). Purtroppo, live su Aci Sport Tv (e sul canale 228 di Sky) saranno trasmesse solo le altre speciali e non quella centrale.

Undici i Comuni coinvolti tra cui Murazzano (le vetture vi transiteranno arrivando da San Benedetto Belbo tra la prima e la seconda speciale) e quelli coinvolti nella nostra “classica”, ora ridotta a 14,3 km (orari 8.45, 12.53 e 17.01). Partenza subito dopo borgata Costa San Luigi, attraversata Igliano dopo neppure un chilometro, inizierà la salita sulla provinciale che corre a mezza costa verso Torresina; un tratto in falsopiano con allunghi e curve ampie e poi ci si inerpica in una stradina tra i campi verso la secca inversione a destra che immette sullo “stradone” verso Ceva; 4 km prima di un’altra stretta inversione a sinistra, a precedere un altro tratto stretto e impegnativo fino al traguardo in località Brozzi. Le vetture passeranno poi in trasferimento a Paroldo, alla Gamellona ed a Mombarcaro.

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl