MENU

SPORT

La Coppa resta amara: Lpm Bam Mondovì fuori ai quarti

Macerata infligge la seconda sconfitta in tre giorni al Puma e vola in semifinale

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
La Coppa resta amara: Lpm Bam Mondovì fuori ai quarti

La Coppa Italia resta stregata per l’Lpm Bam Mondovì. Il cammino delle pumine si interrompe ai quarti di finale, con la corazzata Macerata che si impone in quattro set al PalaManera e vola in semifinale.

Per il remake della finale 2021 coach Paniconi schiera la diagonale Ricci-Stroppa, la coppia Cosi e Pizzolato al centro, con Michieletto e Fiesoli laterali e Bresciani nel ruolo di libero. Solito starting six per Solforati, con due ex maceratesi in campo, Taborelli e Bisconti (oltre a Giubilato, in panchina).

Primo set tiratissimo: squadre che rispondono colpo su colpo, con continui mini-break. Macerata infila quattro punti consecutivi, dal 5-3 al 5-7 e prova a scappare (9-11 dell’alzatrice Ricci “di seconda”), ma tre errori consecutivi in attacco riportano avanti il Puma. L’ace di Cosi su Populini vale il 14-16 e sul 16-19 Solforati ferma il gioco. Le marchigiane, però, riescono a mantenere le rossoblù a distanza di sicurezza: una battaglia vinta al centro vale il primo set ball per le ospiti sul 21-24, l’Lpm annulla il prima poi, dopo l’ingresso di Pasquino e Trevisan, capitola sull’attacco di Michieletto (50% nel primo parziale per lei).

Partenza rabbiosa delle monregalesi ad inizio secondo game: Cumino e compagne vanno subito via (4-0) e sul 7-2 Paniconi chiama il primo time-out. Il Puma non rallenta e sull’11-5 la panchina ospite manda in campo Peretti in cabina di regia. La CBF Balducci riesce a riavvicinarsi (12-10 di Cosi), ma dopo l’ace di Fiesoli Taborelli scongiura l’aggancio. Dentro Trevisan da una parte e Ghezzi dall’altra, Populini tiene le rossoblù a +3 con un pallonetto (18-15). L’errore di Stroppa tiene inalterato il divario (21-18), poi Macerata riesce a tornare in corsa con la murata su Populini. Solforati chiama a rapporto la squadra sul 23-22 e dopo la sospensione il Puma pareggia i conti con l’uno-due della giovanissima schiacciatrice azzurra. Per lei due aces nel secondo parziale, in cui spicca il 77% di positività per la ricezione di casa.

Terza frazione: Paniconi tiene in campo Peretti in cabina di regia, squadre appaiate fino all’8 pari poi Macerata infila un parziale di cinque punti e scappa via. Sull’8-13 dentro Trevisan per Hardeman e dopo il punto di Stroppa Solforati chiama il primo time-out. Pizzolato va a segno dal centro e sull’11-18 il tecnico di casa decide di far rifiatare Cumino inserendo Pasquino. Mondovì non riesce più a mettere la palla a terra, Fiesoli conquista il 13-22. L’ace di Molinaro e il punto di Montani danno una scossa alle rossoblù (17-23), ma Macerata arriva al set point grazie un fallo di invasione fischiato alle locali. L’Lpm ne annulla uno poi Pizzolato chiude i conti dal centro.  

Le marchigiane partono forte nel quarto set (0-3) e tengono il +3 sulla murata a Taborelli (3-6).

Fiesoli va a segno in parallela e incrementa il vantaggio della squadra ospite. A Macerata riesce tutto e Peretti va a segno sul secondo tocco, poi l’attacco di Populini si infrange sul muro avversario (5-11). Dentro Pasquino per Cumino, Hardeman suona la carica e un’invasione marchigiana riporta il Puma a -3 (9-12). Michieletto spegne le velleità di rimonta rossoblù risolvendo un lungo scambio, quindi Ferrarini dà il cambio a Molinaro. Macerata non concede tregua e sul 9-16 Solforati spende il primo time-out. Al rientro in campo tre punti consecutivi di Mondovì (12-16 di Hardeman), ma l’errore dai nove metri di Ferrarini fa ripartire la squadra di Paniconi. Fiesoli in pipe conquista il punto del 14-20, la CBF Balducci straripa e arriva al match ball sul 15-24. Chiude un errore di Populini.

Domenica pomeriggio il Puma concluderà la sua settimana terribile facendo visita alla capolista Pinerolo per il derby del Piemonte, valido per la seconda giornata del girone di ritorno. Sfumato uno dei due obiettivi stagionali, ora all-in sul campionato.     

 

Lpm Mondovì-Macerata 1-3

(22-25, 25-22, 18-25, 15-25)

BAM: Cumino, Taborelli, Molinaro, Montani, Hardeman, Populini, Bisconti (L), Trevisan, Pasquino, Giubilato, Ferrarini. N.e.: Bonifacio. All.: Solforati-Basso.

CBF BALDUCCI HR: Ricci, Stroppa, Cosi, Pizzolato, Michieletto, Fiesoli, Bresciani (L), Peretti, Gasparroni, Ghezzi, Martinelli. N.e.: Malik. All.: Paniconi-Carancini.  

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl