MENU

SPORT

Il primo round è di Macerata: una bella Lpm Bam si arrende al tie-break

Due volte in vantaggio, le pumine calano nel finale e si arrendono dopo cinque set

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Il primo round è di Macerata: una bella Lpm Bam si arrende al tie-break

Foto Silvestri

Dopo due ore di battaglia sportiva, la CBF Balducci HR Macerata conquista gara-1 della finale play-off contro l’Lpm Bam Mondovì. Nella bolgia dell’ex Fontescodella finisce 3-2 (21-25, 25-22, 13-25, 25-15, 15-10), domenica al PalaManera il Puma proverà a prolungare la serie per tornare a giocarsi la promozione nelle Marche. Un po’ di rammarico per Cumino e compagne, due volte avanti e per tre set capaci di esprimere una pallavolo di grandissimo livello. Alla distanza, poi, le arancionere sono cresciute, guidate da una super Polina Malik, mentre nella metacampo monregalese le percentuali sono un po’ calate.

Questa la cronaca del match: al Banca Macerata Forum nessuna sorpresa negli starting six: Paniconi parte con la diagonale Ricci-Malik, Cosi e Pizzolato al centro, Fiesoli e Michieletto laterali e Bresciani libero. Solforati risponde con l’ex Taborelli sulla diagonale con Cumino, Molinaro e Montani centrali, Hardeman e Trevisan in posto 4 e l’altra ex Bisconti con la maglia da libero.

Le rossoblù, incitate dagli Ultras Puma in tribuna, partono col piglio giusto: tanti errori in servizio in avvio da ambo le parti, poi Taborelli firma il doppio vantaggio sul 6-8 e Trevisan ferma l’opposta israeliana Malik a muro. Il Puma tiene il +3 fino al 9-12, quindi le arancionere rientrano in parità grazie a due attacchi consecutivi di Michieletto. La palla out di Pizzolato riporta avanti le monregalesi (13-15), Ricci riporta in scia le compagne con un attacco “di seconda”. Fiesoli ferma a muro Taborelli per il 16 pari, poi con la pipe del 19-18 regala il primo vantaggio alle marchigiane. Solforati chiama il time-out e predica calma, ma alla ripresa Cosi trova l’ace su Hardeman. Due errori della CBF Balducci ristabiliscono la parità. Entra Pasquino per alzare il muro e l’Lpm rimette la freccia (21-22). Paniconi ferma il gioco, Molinaro firma un muro pesante a muro e porta le monregalesi a +2. Dentro Peretti e Stroppa per Macerata, ma un fallo di invasione porta il Puma al set ball. Secondo time-out per la panchina di casa, poi Stroppa attacca sul nastro e fa scorrere i titoli di coda del primo parziale (21-25). Undici errori delle padrone di casa nel set d’apertura, cinque quelli rossoblù.

Seconda frazione che ricomincia con le stesse formazioni dell’inizio: Mondovì approccia bene (1-3, subito ace di Hardeman) e arriva sul 2-5 con un missile di Taborelli dai nove metri che sorprende Bresciani. Trevisan sigla un punto con un pallonetto intelligente poi si ripete in battuta (3-7). Pizzolato mura Hardeman, che poi forza troppo in attacco (6-8), ma l’Lpm torna a +4 con un pallonetto pregevole della banda americana. Taborelli trova il punto del 6-11 e Paniconi corre ai ripari chiamando il time-out. Fiesoli attacca fuori e manda in fuga le monregalesi (6-13). A spezzare il break di cinque punti consecutivi è Pizzolato, seguita da Fiesoli che chiude un lungo scambio con un bel diagonale. Hardeman in pipe firma il punto del 9-15, prima dell’uno-due Malik-Cosi.

Taborelli tiene Macerata a distanza di sicurezza (13-17), poi gli errori di Trevisan e Montani portano il punteggio sul 15-17. Time-out di Solforati, Michieletto porta le compagne a -1 con un bel muro, poi Montani firma in fast il 16-18. Fiesoli tiene le arancionere in scia (19-20), poi arriva l’aggancio su un’infrazione fischiata a Cumino. La CBF Balducci mette la testa avanti per la prima volta sul 22-21 con Malik, poi Taborelli apre troppo attaccando da seconda linea. Solforati chiama il secondo time-out, Macerata arriva al set ball sul 24-21 e pareggia i conti con Michieletto (25-22). Grande rammarico per l’Lpm, che ad un certo punto aveva la bellezza di sette punti di vantaggio, poi ha subito il rientro delle padrone di casa, più precise in ricezione (55%).

Terzo game: Mondovì prova di nuovo a scappare, Michieletto in pipe riacciuffa la parità sul 5-5. Molinaro firma due punti di fila, prima in fast e poi a muro, Cosi risponde con il punto del 7-8. Strappo rossoblù con tre punti di fila (7-11), poi Hardeman firma l’8-12 in pipe. L’Lpm aumenta il vantaggio e quando Fiesoli viene fermata dal muro monregalese Paniconi chiama a rapporto la squadra (11-16). Taborelli azzecca il lungolinea del 12-18 e Fiesoli non riesce più a passare. Dentro Ghezzi al suo posto, Hardeman trova l’ace del 12-20 che di fatto sentenzia il set. Secondo time-out di Paniconi, che poi manda in campo capitan Peretti in cabina di regia. Dentro Martinelli e Ferrarini, Taborelli firma un altro muro (il quarto da inizio gara) e conquista il set ball. L’errore in servizio di Macerata scrive la parola fine sul 13-25. Attacco marchigiano fermo al 22%, con zero muri, pumine molto più on fire nei due fondamentali (48% sul terzo tocco e cinque blocks vincenti).

Si riparte con lo starting six, lotta punto a punto in avvio di quarto set. Macerata cambia marcia e si porta sull’8-5 dopo un errore di Hardeman. Solforati ferma il gioco e la statunitense firma due punti consecutivi, ma le arancionere ripartono con un bel muro (10-7). Michieletto trova l’ace su Hardeman che poi viene fermata da Pizzolato. Dentro Gasparoni in battuta, ma il suo servizio finisce out. Quando Fiesoli ferma un attacco di Taborelli il tabellone segna 16-10, Solforati si gioca il secondo time-out discrezionale. Michieletto mura Taborelli per il 19-11, poi Montani riconquista il servizio. La panchina monregalese cambia la diagonale palleggio-opposto inserendo Pasquino e Bonifacio, ma Malik continua a picchiare duro (20-12). Dentro Peretti che fa il proprio dovere fermando a muro Hardeman. Macerata arriva al set ball sul 24-14, e si conquista il tie-break con la pipe di Malik.  

Nessuna variazione per il set decisivo: subito botta e risposta tra Malik e Taborelli, quindi l’errore di Hardeman porta le squadre sul 3-1. Pronto riscatto della schiacciatrice americana, a segno per il 3-2, poi l’opposta israeliana trova il mani-out del muro ospite. Pizzolato ferma Taborelli per il 5-2 e Solforati chiama il time-out. Hardeman apre troppo la diagonale, poi Molinaro spezza il break arancionero (6-3). Macerata cambia campo mantenendo il +3 sull’8-5. Malik mette a terra il nono punto, ma le pumine con l’ingresso di Pasquino siglano due punti consecutivi che mettono in allarme coach Paniconi. Time-out della panchina di casa, l’opposta israeliana continua a martellare firmando il punto dell’11-8. Solforati chiama il tempo, alla ripresa Cumino vince un contrasto sottorete e tiene le monregalesi in scia. Taborelli va a segno per l’11-10, ma Malik risponde per le rime. L’invasione di Cumino porta la CBF Balducci sul 13-10, poi Michieletto conquista il match ball piegando le mani del muro avversario. Chiude la murata su Hardeman.

Il Puma è calato alla distanza, ma ha dimostrato di potersela giocare alla pari. Domenica pomeriggio al PalaManera in programma gara-2.      

Macerata-Lpm Mondovì 3-2

(21-25, 25-22, 13-25, 25-15, 15-10)

CBF BALDUCCI HR: Ricci 2, Malik 24, Cosi 7, Pizzolato 13, Fiesoli 9, Michieletto 12, Bresciani (L), Peretti, Martinelli, Ghezzi, Gasparroni, Stroppa. All.: Paniconi-Carancini.

BAM: Cumino, Taborelli 25, Molinaro 6, Montani 6, Hardeman 19, Trevisan 10, Bisconti (L), Pasquino, Bonifacio 1, Ferrarini. All.: Solforati-Basso.

ARBITRI: Nava-De Simeis.

NOTE – DURATA SET: 24’, 25’, 21’, 21’, 16’; Tot: 107’.

Top scorers: Taborelli V. (25) Malik P. (24) Hardeman L. (19)

Top servers: Hardeman L. (2) Trevisan F. (1) Taborelli V. (1)

Top blockers: Pizzolato V. (6) Taborelli V. (4) Hardeman L. (3)

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl