MENU

Agroalimentare - Lega: «No al finto latte, ennesimo attacco alla filiera del made in Italy agroalimentare»

Necessarie misure a sostegno della produzione e della trasformazione del latte italiano

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Agroalimentare - Lega: «No al finto latte, ennesimo attacco alla filiera del made in Italy agroalimentare»

Tutela e promozione del consumo del latte italiano, sano e di qualità quale alimento cardine della dieta mediterranea per le sue importanti proprietà nutritive che lo rendono tra i migliori al mondo, contrasto al “Nutriscore”, sistema di etichettatura semplicistico che altera il valore nutrizionale degli alimenti promuovendo cibi sintetici e processati come il finto latte derivato da piselli trasformati, a danno di alimenti di elevatissima qualità come il latte italiano, e attuazione di misure a sostegno della produzione e della trasformazione del latte italiano anche in relazione all'aumento esponenziale dei costi relativi alla gestione nelle stalle dei bovini da latte italiani nonché alle problematiche che hanno investito la filiera a causa della pandemia.
È quanto chiesto con un’interrogazione 3-022498 al Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali dai senatori Lega componenti a Comagri Senato Giorgio Maria Bergesio (Capogruppo), Gianpaolo Vallardi (Presidente) Rosellina Sbrana, Gianfranco Rufa e Cristiano Zuliani.
“La risposta del Ministro, giunta oggi dal Sottosegretario Centinaio, include e condivide sostanzialmente tutti i temi affrontati nella nostra interrogazione”, afferma il senatore Bergesio.
In primo luogo, la tutela dei consumatori: “La tutela e la promozione del latte italiano rappresenta una priorità che il Governo intende perseguire non solo a vantaggio del comparto produttivo, ma anche dei consumatori che, attraverso un’etichettatura corretta e trasparente, possono operare una scelta consapevole”, ha detto Centinaio.
Unità di vedute anche sugli altri aspetti messi in luce dai senatori della Lega, come il contrasto al Nutriscore: “Il Ministero concorda con quanto da noi evidenziato in merito alla lotta che il nostro Governo deve condurre per contrastare il Nutriscore, sistema fuorviante per il consumatore che è divenuto il fulcro della strategia "Farm to Fork", il programma per un sistema alimentare europeo più sostenibile. Occorre invece arrivare ad un sistema comune di etichettatura chiara e trasparente e soprattutto non discriminatoria del Made in Italy”.
In merito alle iniziative che il Governo intende adottare per promuovere il consumo di latte italiano, il asottosegretario ha dichiarato: “l’Amministrazione ha previsto la realizzazione di specifiche azioni di promozione e comunicazione”.
Obiettivo: “Incentivare, come richiesto dalla Lega - spiega il senatore Bergesio - il consumo dei prodotti lattiero-caseari connotati da regimi di qualità, anche al fine di favorire l’incontro tra domanda e offerta di alimenti di qualità per il consumo casalingo attraverso la creazione di mercati alternativi e lo sviluppo di una cultura di consumo consapevole”.
Ancora Bergesio: “In Italia sono attivi circa 270.000 allevamenti di bovini, bufalini, ovini e caprini che ospitano oltre 11 milioni di capi. In particolare, sono 26.530 gli allevamenti di bovini da latte adulti, con 1.498.847 capi, che producono latte italiano sano e di qualità, il quale deve essere difeso e tutelato. Da noi si consumano ancora 6,5 miliardi anno di latte e il settore lattiero-caseario è una delle eccellenze del nostro Paese e del Piemonte, e come tale è nostro dovere tutelarlo e valorizzarlo”.
Infine, conclude Bergesio: “Occorre difendere in tutti modi possibili la produzione e il prezzo del latte alla stalla, preso atto anche dello spropositato aumento delle materie prime. Ed è indispensabile sostenere in ogni modo possibile la promozione del “made in Italy”, concludendo anche accordi con i paesi esteri per l’esportazione delle nostre eccellenze, tra le quali gorgonzola, grana padano e parmigiano reggiano”.

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl