MENU

CRONACA GIUDIZIARIA

Assolto il produttore vinicolo di Dogliani: non violò il sequestro in azienda

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Assolto il produttore vinicolo di Dogliani: non violò il sequestro del prodotto in azienda

Si è concluso con una sentenza di assoluzione con formula piena il procedimento penale a carico di Orlando Pecchenino, produttore vinicolo di Dogliani ed ex presidente del consorzio produttori di Barolo. Il reato contestato all’imprenditore riguardava la "sottrazione di cose sottoposte in sequestro", in relazione a 423 ettolitri di vino Nebbiolo sottoposti al provvedimento sanzionatorio dal 2016.  Nel 2018, a seguito di controlli, sarebbero mancati circa 9 ettolitri.
Al termine del dibattimento gli avvocati Luisa Pesce e Fabrizio Mignano si sono detti essere molto soddisfatti dell’esito del processo. “Con la formula assolutoria del fatto non sussiste, si riconosce l’assoluta estraneità del signor Pecchenino dalla contestazione addebitata - dichiarano -. Questo provvedimento segue e si allinea alla sentenza pronunciata dal tribunale di Asti che ha annullato la sanzione e disposto la totale restituzione del prodotto vinicolo sottoposto a sequestro".

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl