MENU

L'ITALIA DOPO IL 26 APRILE

Covid, dalle scuole ai ristoranti: tutte le riaperture in zona gialla rafforzata

A partire dal 26 aprile si allentano le restrizioni con gli studenti di ogni ordine e grado che tornano alle lezioni in presenza nelle zone gialle e arancioni, i ristoranti e i bar riaprono con tavoli all'esterno. Da giugno ripartono anche le palestre

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Covid, dalle scuole ai ristoranti: la road map delle riaperture in zona gialla rafforzata

La cabina di regia del governo ha deciso alcune riaperture e ripartenze a partire dal 26 aprile. Dalla scuola ai ristoranti fino al cinema: ecco cosa si potrà fare nelle regioni di colore giallo rafforzato

ZONA GIALLA RAFFORZATA: LE REGOLE

Bar e ristoranti

Bar e ristoranti riaprono all'aperto a pranzo e a cena nelle zone gialle, dal 1° giugno i ristoranti con tavoli al chiuso saranno aperti solo a pranzo con nuove linee guida

Per tutto il mese di maggio i ristoranti potranno lavorare solo all'aperto ma, se le cose andranno bene, dal primo giugno anche al chiuso. Restando le limitazioni serali dalle 22 alle 5, probabilmente le cene fuori dovranno terminare prima di questo orario

Spostamenti

Dal 26 aprile vengono ripristinate le zone gialle con gli spostamenti consentiti tra regioni gialle e con il pass anche tra regioni di diverso colore. Saranno consentiti quelli tra i territori in zona gialla, mentre servirà un pass per transitare da una regione all’altra di colori diversi. Si lavora alla istituzione di un "pass" che attesti la sussistenza di una delle seguenti condizioni: avvenuta vaccinazione, esecuzione di un test Covid negativo in un arco temporale da definire, avvenuta guarigione dal Covid. Chi ottiene il pass avrà non solo la possibilità di spostarsi liberamente nel territorio nazionale, ma anche di accedere a determinati eventi (culturali, sportivi). Non è ancora chiaro, però, se si tratterà di un certificato che sarà rilasciato da Asl, Regione o un altro ente sanitario, visto che i territori al momento non sembrano tutti organizzati allo stesso modo, in particolare sul rilascio del patentino vaccinale.

Fino al 26 aprile valgono le regole dell’ultimo decreto con le misure per il contrasto e il contenimento dell'emergenza Covid. Resta quindi fino al 25 aprile, in generale, il divieto di spostamento tra le regioni. Dal 16 gennaio 2021 le disposizioni in vigore consentono di fare "rientro" alla propria residenza, domicilio o abitazione, senza prevedere più alcuna limitazione rispetto alle cosiddette "seconde case”. Come si legge sulle FAQ del sito del governo "pertanto, proprio perché si tratta di una possibilità limitata al 'rientro', è possibile raggiungere le seconde case, anche in un'altra regione o provincia autonoma (da e verso qualsiasi zona: bianca, gialla, arancione, rossa)"

Scuole

Dal 26 aprile e fino alla conclusione dell'anno scolastico riprendono le lezioni in presenza nelle scuole di ogni ordine e grado nelle zone gialle e arancioni . Ma sulla riapertura di tutte le classi i presidi frenano. Per il presidente dell'Associazione nazionale dei presidi, Antonio Giannelli, prima del rientro -oltre a quello dei trasporti- andrebbe risolto il tema dello screening degli studenti tramite tamponi rapidi. "Non abbiamo avuto novità. Con queste difficoltà mi sembra problematico"

Musei

Dal 26 aprile nelle zone gialle tutti i musei riaprono automaticamente

Sport

Sempre dal 26 aprile e sempre all'aperto ci sarà l'ok agli sport di contatto tra amici come il calcetto o il basket

Stadi

Dal primo maggio si riaprono le porte degli stadi. Come per gli spettacoli, ci sono delle percentuali da definire: l'ipotesi è 25% della capienza, con un massimo di 500 persone in palazzetti e 1.000 negli stadi. L'apertura vale solo per gli sport agonistici, riconosciuti di interesse nazionale da Coni e Cip

Palestre

Dall'1 giugno tornano ad aprire anche le palestre con nuove linee guida

Fiere e congressi

Dall'1 luglio ripartono le fiere e i congressi con nuove linee guida e gli stabilimenti termali e i parchi tematici

Pass e tamponi

Viene inoltre istituito un pass che dovrebbe attestare la sussistenza di una delle seguenti condizioni: avvenuta vaccinazione, esecuzione di un test covid negativo in un arco temporale da definire, avvenuta guarigione dal Covid.

Chi ottiene il Pass ha la possibilità di spostarsi liberamente nel territorio nazionale e accedere a determinati eventi (culturali, sportivi) riservati ai soggetti muniti di pass

 

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl