MENU

«Riutilizzare il Michelotti per esigenze socio sanitarie». Sopralluogo dell’assessore regionale Icardi a Piazza

La visita su invito del sindaco Adriano: potrebbe essere la svolta per l’uso del vecchio padiglione? Due imprenditori privati interessati a impiantare attività

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
«Riutilizzare il Michelotti per esigenze socio sanitarie». Sopralluogo dell’assessore regionale Icardi a Piazza

«Oggi ho effettuato un sopralluogo presso il vecchio ospedale di Mondovì accompagnato dal Sindaco Paolo Adriano e dai vertici dell'ASL CN1 Salvatore Brugaletta ed il commissario covid Giuseppe Guerra. Insieme ai tecnici stiamo valutando la miglior soluzione per il recupero di un edificio da adibire a servizi sanitari e sociali permettendo anche di garantire nuovo decoro a questa centrale zona cittadina”. Così, su Facebbok, Luigi Icardi, assessore alla Sanità della Regione Piemonte che a Mondovì ha visitato il caseggiato di fronte all’ex ospedale “Santa Croce”. Uno dei tanti edifici senza una destinazione d’uso da molti anni. Di proprietà dell’AslCn1, è stato il naturale completamento della vecchia struttura ospedaliera di Piazza prima del trasferimento del nosocomio sull’Altipiano. L’azienda sanitaria, nei mesi scorsi, aveva tentato di mettere all’asta l’edificio, ma senza successo.

Complessa l’operazione che starebbe alle spalle dell’iniziativa dell’assessore. Due imprenditori privati sarebbero interessati non tanto all’acquisto dell’edificio, ma all’utilizzo con per attività socio – sanitarie, rivolte soprattutto alla breve degenza dei pazienti.

La dichiarazione del sindaco Paolo Adriano (al sopralluogo era insieme al consigliere comunale Maurizio Ippoliti che ha la delega alla sanità): «Sono molto grato all'Assessore Icardi per aver accettato il mio invito e per avere effettuato il sopralluogo stamane al padiglione 'Michelotti' del vecchio Ospedale: ha potuto verificare di persona lo stato dei luoghi e rendersi conto della necessità di intervenire. Il nostro Comune sta interloquendo con alcuni attori privati, interessati a rifunzionalizzare il padiglione. Ciò significherebbe riportare a Piazza molte persone e nuove offerte di lavoro, oltre al mero riutilizzo di un edificio vuoto. A questo obiettivi lavoriamo, come amministrazione fin dal nostro insediamento ma so che sono obiettivi condivisi da tutte le forze consiliari. L'assessore ha avocato direttamente a Torino il dossier e questo non può che agevolarne la risoluzione».

 

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl