MENU

SPORT

Volley A2 femminile: Lpm Bam Mondovì, i play-off iniziano con un kappaò inatteso

Out la statunitense Hardeman, Ravenna vince in tre set

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Scola in palleggio

Scola in palleggio al PalaCosta - foto Andrea Grossi

Ravenna-Lpm Bam Mondovì 3-0

(25-22, 25-21, 25-19)

OLIMPIA TEODORA: Morello, Fricano 13; Torcolacci 7, Guidi 6;Piva 17, Grigolo 9; Rocchi (L); Guasti, Giovanna. N.e. Monaco, Assirelli, Bernabè, Poggi. All.: Bendandi-Dominico.

LPM BAM: Scola 3, Taborelli 8; Molinaro 7, Mazzon 7; Tanase 13, Bordignon 2; De Nardi (L); Bonifacio 1, Mandrile (L2). N.e. Serafini, Midriano. All.: Delmati-Basso.

ARBITRI: Fontini-Marotta. NOTE - DURATA SET: 25', 26', 24'; Tot: 75'. 

Gara-1 dei quarti di finale play-off va in scena a Ravenna e per l’Lpm Bam è un vero shock. Il “Puma” arriva in Romagna con la schiacciatrice Hardeman fuori causa per indisponibilità fisica. Salta, così, il derby a stelle e strisce con l’opposto di casa Fricano, appena messa sotto contratto per sostituire Kavalenka, chiamata nella Nazionale portoghese. Sulla diagonale con Tanase in posto 4 si disimpegna così Bordignon per le rossoblù. Il primo punto è del sestetto di casa, poi le pumine scappano subito, sfruttando il servizio velenoso di Molinaro. Sull’1-6 il tecnico Bendandi chiama il primo time-out, ma le ravennati faticano a riavvicinarsi (5-10, 9-15). Quando la schiacciatrice Piva va aL servizio l’Olimpia si riavvicina con tre punti consecutivi e Delmati ferma il gioco (12-15). Dopo l’ingresso di Guasti è proprio Piva a trovare la parità sul 18-18. Dopo una lotta punto a punto ancora Piva riporta le sue compagne in vantaggio e sul 21-20 Delmati chiama il secondo time-out. Un’incomprensione in seconda linea tra Mazzon e De Nardi porta le romagnole sul 23-22, il primo set si chiude con un muro a due che ferma l’attacco di Taborelli (25-22).

Equilibrio in avvio di secondo set, poi l’Lpm riesce ad accumulare qualche punto di vantaggio (5-8 sull’errore in attacco di Grigolo). Un’invasione di Torcolacci risolve un lunghissimo scambio e vale il 7-12 per le ospiti. Quando Tanase e Mazzon fermano un attacco locale a muro il tabellone segna 10-15 e Bendandi chiama il time-out. Dopo la sospensione l’Olimpia riparte con due punti consecutivi e a pigiare il pulsante rosso è coach Delmati. Ravenna si avvicina fino al 17-18, poi una magia di Scola permette a Molinaro di trovare dal centro il 17-19. Le romagnole, però, non demordono e impattano sul 20-20 con Piva. Finale ancora di marca locale: un ace di Piva e l’errore di Tanase in attacco portano al set ball, che Torcolacci sfrutta subito (25-21).

Terzo set in avvio tutto delle locali che arrivano fino all’11-2, Delmati chiama il time-out e l’Lpm Bam prova a rimanere nel match, ma commette troppi errori (uno su tutti quello in battuta di Tanase). Con l’ingresso di Bonifacio e con i colpi di Taborelli, le monregalesi rimontano fino al -4 (19-15, 21-17), ma il finale premia ancora una volta Ravenna. Piva, chiamata recentemente in Nazionale da Mazzanti insieme alla compagna Morello (non capitava da 15 anni che una giocatrice della Teodora andasse in azzurro), firma prima il 24-17 e, dopo due set point sprecati da Morello (battuta fuori e fallo di palleggio), il 25-19 finale.

Servirà una vittoria domenica al PalaManera (ore 17) per andare al golden set e continuare la corsa-promozione. Negli altri match sovvertito il pronostici a Marsala (3-1 al Pinerolo), mentre il Vallefoglia espugna in quattro set Soverato e Macerata passa al tie-break a Sassuolo.

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl